bandiera-argentina

Google ci ripensa e continua a pagare gli sviluppatori in Argentina

Nicola Randone -

Ad un mese esatto dall’annuncio che gli sviluppatori in Argentina non avrebbero più ricevuto pagamenti per le loro applicazioni Android in vendita sul Play Store, Google fa marcia indietro e ci ripensa.

Come potete leggere voi stessi nel comunicato ufficiale sulla sezione developer, Google scrive:

L’ultimo mese abbiamo comunicato che a partire dal 27 Giugno sarebbe stato sospeso il supporto per la vendita di applicazioni per gli sviluppatori registrati in Argentina. Al momento abbiamo deciso di continuare a permettere agli sviluppatori registrati in Argentina, di offrire applicazioni a pagamento e raccoglierne i proventi mentre esploriamo soluzioni più definitive. Ci scusiamo per l’inconveniente, non mancheremo di informarvi di ulteriori aggiornamenti. 

In quanto scritto da Big G non vi è modo di capire il motivo di questo ripensamento. Un mese fa la motivazione sembrava riguardare le nuove disposizioni del governo argentino sulla valuta mentre, allo stato attuale, pare che il problema non sia più tale, nonostante le condizioni politico-economiche argentine siano rimaste le medesime.

Che dire quindi: anzitutto auguri agli sviluppatori argentini per la buona notizia; da parte nostra non mancheremo di aggiornarvi su eventuali nuovi comunicati, giusto per soddisfare una legittima curiosità: non si può dire ai programmatori di una nazione intera di andarsi a fare un account wallet su un’altra nazione, per poi rimangiarsi tutto ad un giorno dal provvedimento!

Fonte: Fonte