android-intel-tablet

Intel, insoddisfatta di Windows, guarda con crescente interesse Android

Lorenzo Quiroli -

Dopo anni di alleanza e lavoro con Microsoft la strategia di Intel potrebbe subire dei cambiamenti nel prossimo futuro: l’arrivo nel mercato di Windows 8 non è servito a rivitalizzare il declino del mercato PC e per questo motivo l’interesse dell’azienda di Santa Clara è sempre più vivo nei confronti del robottino verde, che va oltre alla sua linea dedicata a smartphone e tablet Android.

A riprova del crescente interesse, Intel starebbe cercando un product manager dedicato proprio allo sviluppo di Android per la propria piattaforma a partire dai processori Broadwell (che per chi non lo sapesse saranno la nuova generazioni che seguirà agli Haswell presentati quest’anno): ciò non significa che i produttori abbandoneranno Windows per passare ad Android, ma solamente che, vista anche la presenza di touchscreen in molti PC di quest’anno, potremmo assistere a sempre più PC convertibili con due sistemi operativi, come l’ATIV Q presentato da Samsung pochi giorni fa, che ha già dimostrato di avere prestazioni di gran lunga migliore rispetto agli attuali (e difficilmente verrà battuto quest’anno) dispositivi Android, come si può vedere nel benchmark AnTuTu dell’ATIV Q:

benchmark-ativ-q

Android sta quindi provando a farsi strada anche nel mondo PC dopo il dominio ottenuto in quello smartphone e la buona posizione in quello tablet? Sì e no, a dire il vero, visto che sembrano essere più gli OEM a spingere per il suo ingresso in campo che mamma Google, ma solo il tempo ci svelerà la risposta. Nel frattempo diteci la vostra nei commenti: comprereste un computer con Android e Windows in dual boot?

Fonte: Fonte
intel