map-arles-2-600

L’antitrust indaga sull’acquisizione di Waze da parte di Google

Nicola Ligas

Nonostante Waze sia un servizio da “soli” 50 milioni di utenti, le cui entrate non sono certo stellari rispetto ai colossi del settore, la Federal Trade Commission (FTC) americana sta comunque indagando in merito alla sua acquisizione, conclusasi giusto una decina di giorni fa da parte di Google, per poco più di un miliardo di dollari.

Big G sostiene che, come suo solito, Waze continuerà ad agire come azienda indipendente, aggiungendo però le sue doti per districarsi nel traffico alle proprie mappe, e dando nel contempo all’azienda accesso alle tecnologie di Mountain View in materia, sebbene tutto questo dovrà probabilmente attendere la conclusione delle indagini prima di realizzarsi.

Considerando l’interesse di aziende del calibro di Apple e Facebook, l’affare è forse stato visto come una mossa difensiva da parte di Google, per evitare che il know-how e il nome di Waze, ormai piuttosto famoso, finissero in mano ai rivali; tuttavia c’è da aggiungere che l’affinità con Google Maps e il beneficio che questo potrebbe trarne sono altrettanto evidenti. Se a tutto ciò aggiungiamo che ogni cosa faccia rima con “social” a Mountain View vede il coinvolgimento di Google+, Larry Page e soci hanno probabilmente abbastanza motivazioni valide sul loro piatto della bilancia. Vedremo se l’FTC sarà dello stesso parere.

Via: Via