mojo

Un’anteprima di Project M.O.J.O., la console di Mad Catz con pieno accesso al Play Store

Nicola Ligas -

Pochi giorni fa, Mad Catz ha svelato l’esistenza di Project M.O.J.O., una console Android che, forte dell’esperienza nel settore del produttore, promette senz’altro scintille. Anzitutto si tratta di un vero dispositivo basato su Android 4.1 stock, il che significa pieno accesso al Play Store o anche a fonti alternative come l’Amazon App-Shop: all’accensione della console avremo insomma tutti i giochi che abbiamo acquistato sui nostri smartphone e tablet pronti per essere giocati, il che già di per sé è un punto a suo favore a dispetto della concorrenza (sebbene alcuni titoli siano piuttosto difficili da giocare senza uno schermo tattile).

Secondariamente sarà in grado di sfruttare tutta una serie di accessori di Mad Catz già esistenti e compatibili anche con smartphone, tablet, PC e smart TV, per non parlare del controller Bluetooth integrato (versione modificata di uno già in vendita a 99$), con doppio stick analogico, trigger, D-pad e “mouse mode“, per interagire con quei giochi che richiederebbero dei controlli touch (Mad Catz promette anche soluzioni per i titoli multitouch, sebbene ancora non sia chiaro quale sarà).

mojo01jpg-30b5b5_610w

Di per sé la console è ancora poco più di un prototipo, piccolo e leggero quanto (se non più) di OUYA, pertanto il suo hardware non può considerarsi definitivo. Sappiamo comunque che ci saranno almeno 16 GB di memoria interna espandibile con microSD, Bluetooth Smart 4.0 (quando arriverà la prossima versione di Android), due porte USB, HDMI, Wi-Fi, e uscita per le cuffie. Il processore al momento più accreditato è il Tegra 4, il che significa non solo potenza da vendere, ma anche la possibilità di giocare in streaming sul televisore ai titoli presenti sul nostro PC, proprio come avviene su Shield.

Project M.O.J.O. si configura insomma non certo come un dispositivo di nicchia, ma come uno in grado di dare battagli a chiunque, dalle economiche console Android alle altre più blasonate. Inutile dire però che tutta questa qualità difficilmente potrà essere contenuta entro 100$, infatti ci immaginiamo per questo Project M.O.J.O. un prezzo più vicino a quello delle console tradizionali, piuttosto che a OUYA/Gamestick. In ogni caso è ancora presto per parlarne, perché abbiamo diversi mesi di sviluppo davanti, quindi non ci resta che lasciarvi con un hands-on dell’attuale prototipo, in attesa di saperne di più.

Fonte: Fonte
NVIDIAvideo