paranoid android halo

HALO diventa open source

Nicola Ligas

Paranoid Android annuncia con orgoglio che HALO è finalmente diventato un progetto open source (lo trovate qui e qui). Ci sono ancora dei problemi che mantengono ancora il progetto in sviluppo attivo, ma niente che comprometta l’autonomia o le performance generali. Sono stati comunque apportati molti cambiamenti anche alla ROM in generale, ovvero:

  • HALO ha ora una white & blacklists. Blacklists evita che le app usino HALO. Whitelists fa quasi la stessa cosa solo che permette di usarlo se esplicitamente autorizzato
  • Tutto è silenziato
  • Lo scarto delle notifiche è stato migliorato
  • Gli sfondi di Paranoid sono stati tolti dalla ROM e sono ora disponibili per tutti su Play Store
  • DCHSPA inserito al posto giusto
  • Quick unlock
  • Sistemato un bug di PIE
  • Aggiornate le finestre della luminosità
  • Cambiato il layout di data/orario nella statusbar
  • Aggiunta l’opzione per usare il bilanciere del volume per controllare il volume multimediale sempre
  • Il launcher non deve essere riavviato all’uscita/ingresso dal fullscreen (niente più effetto nero)
  • GooManager è stato eliminato e sarà presto rimpiazzato con una nuova soluzione sviluppata in proprio

E dopo tutte queste novità, non ci resta che lasciarvi il lungo video di presentazione di HALO e fare i complimenti a Paranoid Android per la sua crescente popolarità che di certo il progetto HALO ha contribuito a far aumentare.

Fonte: Fonte
video