StriimStick 15

AwoX StriimSTICK, prova della key HDMI Android

Emanuele Cisotti

Il mondo delle chiavette HDMI con Android a bordo è sicuramente in espansione, anche se ad oggi le soluzioni poco più che “amatoriali” non sono moltissime. Oggi abbiamo provato AwoX StriimSTICK (l’azienda è la stessa della curiosa lampadadina bluetooth), un prodotto quantomeno interessante: vediamo perché.

Contenuto confezione e costruzione

StriimStick 13

La chiavetta HDMI è molto compatta (più della concorrenza testata fin’ora) e offre una porta USB, uno slot micrOSD e un ingresso microUSB (per l’alimentazione). Nella confezione è presente proprio quest’ultimo cavo e anche una piccola prolunga HDMI (nel caso la chiavetta non riuscisse ad entrare nella porta del televisore). Il telecomando è molto compatto, maneggevole ed è sicuramente il migliore mai provato per questa famiglia di prodotti. Non sono presenti tasti inutili, o tasti “doppioni” come ci è capitato di trovare in passato. Il cursore del mouse si muove puntando il telecomando verso lo schermo (la sensibilità è buona, specialmente dopo un aggiornamento ricevuto la scorsa settimana, ma si può ancora fare meglio). Si conferma con il tasto OK, mentre la croce serve a muoversi fra i menu se non vogliamo usare il puntatore. Presente anche il tasto back, il tasto menu e il bilancere del volume. Il telecomando si ricarica via microUSB e ha un tasto di spegnimento per risparmiare la batteria.


Hardware

L’hardware di questa StriimSTICK non è sicuramente di spicco nel panorama Android, ma vedremo comunque come sia perfettamente sufficiente a svolgere i compiti per cui è predisposta. Processore AllWinner A10S da 1 GHz, 512 MB di RAM e 4 GB interni. L’uscita video supporta video fino a 1080p e la Wi-Fi è di tipo a standard N.

Software

StriimStick 08

Il sofware di questa key, specialmente dopo l’aggiornamento ricevuto da pochi giorni, è molto godibile esteticamente e facile da consultare o navigare. Anche da questo punto di vista ci è capitato spesso di avere a che fare con aziende che hanno lasciato un’interfaccia non ottimizzata, palesemente pensata per smartphone o tablet. Non è questo il caso di StriimSTICK. Le applicazioni non sono molte e purtroppo manca il Play Store. E’ presente uno store alternativo francese, che contiene alcuni software interessati (per noi Dropbox è stato un “salvavita” per esempio) e anche qualche gioco, anche se molti di questi sono le classiche “fregature” (ovvero icone ufficiali, le cui app contengono però poi solo sfondi o suonerie). Il browser è quello stock di Android. Si naviga abbastanza bene, anche se il caricamento è più lento di quanto si possa essere abituati rispetto ad un tablet (ma comunque nella media delle key Android). Siamo rimasti positivamente colpiti dal MediaCenter, che ha visto senza nessun problema tutti i file presenti nella memoria interna, nella microSD e sopratutto nei nostri dischi di rete, riproducendo ogni tipo di filmato senza rallentamenti (divx, mp4 HD e mkv inclusi), supportando anche più lingue e i sottotitoli.


Conclusioni

Ammettiamo come il mondo delle key Android non sia ancora del tutto maturo, ma abbiammo apprezzato molto lo sforzo di AwoX di realizzare un prodotto interessante e per aver cercato di colmare le lacune della concorrenza (controllo da telecomando e software). Notevole poi anche l’aver ricevuto un aggiornamento (molto corposo) durante il nostro test. C’è ancora del lavoro da fare e sicuramente l’assenza del Play Store è una lacuna non trascurabile per molti, ma StriimSTICK rimane comunque una delle migliori soluzioni di questo tipo che abbiamo provato ad oggi. AwoX StriimSTICK è disponibile al prezzo di 99€ sul sito Expansys.it.

Recensione