fairphone

Fairphone ce l’ha fatta: lo smartphone “etico” ha raccolto abbastanza fondi e arriverà ad ottobre!

Nicola Ligas -

In una ventina di giorni o poco più, Fairphone è riuscito a raggiungere il proprio obiettivo, e ora siede tranquillo intorno al 111% del capitale che si era proposto di racimolare per iniziare la produzione, con ancora una settimana di tempo prima della chiusura della campagna di raccolta fondi.

Ricordiamo che Fairphone è un’iniziativa promossa da una startup olandese, che mira alla realizzazione di un telefono costruito con risorse conflict-free, che abbiamo cioè una provenienza certa, con una filiera trasparente, e non derivino da sfruttamento del lavoro o impoverimento di altri paesi; inoltre, per ogni dispositivo venduto, tre euro verranno destinati ad un programma che lavora per smaltire l’inquinamento elettronico in Ghana.

A dirla tutta, parlando con ZDNet, Fairphone ha ammesso che “non siamo al 100% conflict-free,” lasciando intendere che ora come ora è un obiettivo impossibile da raggiungere, dato lo stato attuale dell’industria globale, in cui “la catena dei fornitori è diventata così difficoltosa.” Questa non è un’ammissione di sconfitta comunque, ma rappresenta un punto di partenza, sperando che con il crescere della compagnia siano in grado di agire in maniera più incisiva e raggiungere lo scopo prefisso.

Se siete interessati al pre-ordine/finanziamento, avete ancora 7 giorni di tempo per versare 325€ nelle casse di Fairphone, grazie ai quali dovreste ricevere verso ottobre lo smartphone seguente (che è anche dual SIM):

  • Display: 4,3” qHD con Dragontrail glass
  • CPU: Mediatek 6589 quad core
  • RAM: 1 GB
  • Memoria interna: 16 GB espandibile con microSD
  • Fotocamera posteriore: 8 megapixel
  • Fotocamera anteriore: 1,3 megapixel
  • Batteria: 2.000 mAh
  • OS: Android 4.2 Jelly Bean con interfaccia personalizzata
Via: Via