googlve

Google al lavoro sulla guest mode per Android

Giuseppe Tripodi

Qualora non lo aveste riconosciuto dalla foto, l’uomo sulla poltrona di destra è Sundar Pichai, volto noto per tutti i fan del robottino verde nonché Senior Vice President dei settori di Android, Chrome e Google Apps: quando, durante un’intervista per AllThingsD, gli è stato chiesto se ritenesse necessario garantire maggiore privacy per gli utenti,  ha lasciatro trapelate interessanti informazioni.

Sottolineando la possibilità di navigare senza lasciar traccia grazie alla modalità Incognito di Chrome, ha aggiunto che in questo modo:

sei completamente non registrato, e noi non sappiamo nulla di te… Vogliamo fare più cose di questo genere. Dal punto di vista della sicurezza, della navigazione per i bambini etc. Con Chrome OS puoi accedere come utente ospite. Stiamo lavorando a cose simili anche su Android.

Purtroppo, a parte questo piccolo accenno, non sono stati rivelati altri dettagli: non sappiamo quindi né a cosa si riferisca esattamente il buon Sundari né quando possiamo aspettarci un eventuale Guest Account sui nostri smartphone.

Sicuramente la privacy è un argomento decisamente delicato e prendere certi accorgimenti è un ottima mossa da parte di BigG. Infatti, tra chi vede in Google un possibile Grande Fratello orwelliano e chi invece ingoierebbe senza problemi una pillola per autenticarsi automaticamente, le discussioni sono sempre dietro l’angolo: voi cosa ne pensate? Quanto vi preoccupate di proteggere i vostri dati sensibili?

Via: Via