Svelato il segreto di Curiosity: cosa c’è all’interno del cubo?

Nicola Ligas

curiosity

Curiosity è un gioco lanciato lo scorso novembre, ma potremmo anche definirlo un esperimento di psicologia di massa. Lo scopo era farsi largo fino al centro di un gigantesco cubo, formato da miliardi di piccoli cubi (69 miliardi per la precisione) che potevamo spazzar via uno ad uno con un semplice swipe sul nostro dispositivo, al fine di arrivare al centro di questa sorta di tesseract per svelare un segreto che ci avrebbe cambiato la vita (almeno a detta del suo creatore, Peter Molyneux). Ovviamente tutto ciò non era esente dalla spesa di denaro per rimuovere interi gruppi di cubi in una sola volta; morale della favola: qualcuno è finalmente arrivato al centro. E cosa vi ha trovato? (avviso:  spoiler alert!)

Un video che in pratica gli annunciava che sarebbe diventato il Dio di un nuovo gioco, Godus per l’appunto, alla cui realizzazione il vincitore prenderà parte attiva, condividendo anche parte di proventi monetari del suo (si spera) successo. Ti cambia la vita tutto ciò? Non proprio, infatti la frase era volutamente fraintendibile. Complimenti quindi a Bryan Henderson, anche se sinceramente non sappiamo bene per cosa.

Via: Via
video