xiaomi box

Il box TV di Xiaomi varca i confini cinesi, più o meno.

Nicola Ligas

Forse vi ricorderete che lo scorso autunno abbiamo parlato di un box TV a marchio Xiaomi, venduto tra l’altro a prezzo stracciato (50€), come del resto tutti i suoi smartphone top-seller; purtroppo però questo insolito dispositivo era come sempre destinato al solo mercato cinese.

Le cose sono adesso un po’ cambiate, anche se c’è un problema non indifferente da tenere in considerazione. Se infatti è da una parte possibile acquistare il prodotto di Xiaomi anche da alcuni rivenditori internazionali, dall’altra purtroppo non c’è modo di cambiare lingua alla sua interfaccia, che è e rimane in cinese. La cosa di per sé non sembra essere un problema insormontabile per fruire dei contenuti, grazie all’interfaccia piuttosto intuitiva, ma non vorremo mai addentrarci in un pannello di configurazione.

Se la cosa non vi ferma, per poco più di 70$ vi porterete a casa il box che raffigurato nelle immagini a fine articolo, dotato di processore a 800 MHz ARM Cortex-A9, 1 GB di RAM, e ovviamente Wi-Fi ed HDMI. Il prezzo e le specifiche non sono malvagie, ma forse l’azzardo è un po’ eccessivo.

Via: Via