fairphone

Fairphone: in cerca di pre-ordini il primo smartphone Android con filiera produttiva davvero trasparente

Nicola Ligas

A volte capita di discutere di quale sia il reale prezzo di uno smartphone, in confronto a quello che viene proposto sul mercato: nel caso di Fairphone però non dovrete chiedervi nulla, perché tutto è trasparente e sotto la luce del sole.L’intera filiera produttiva è infatti pubblicata sul suo stesso sito ufficiale e la provenienza di ogni risorsa utilizzata per costruire il telefono è accuratamente scelta in modo che provenga da zone prive di conflitti o in cui il denaro speso non venga impiegato per finanziare “forze armate o conflitti violenti”.

L’idea non è solo quella di far vedere quanto è “bravo” Fairphone, ma anche di creare un precedente, per dimostrare che si possono fare buoni ed economici prodotti anche senza ricorrere allo sfruttamento della forza lavoro o all’impoverimento delle risorse di determinati paesi. E chi ha orecchie per intendere, intenda.

Al costo di 325€ avrete infatti uno smartphone da 4,3” qHD protetto da Dragontrail glass, equipaggiato con SoC Mediatek 6589 quad-core, 16 GB di memoria interna, fotocamera posteriore da 8 megapixel ed anteriore da 1,3; infine, in barba a chi ancora non lo inserisce nei suoi nuovi modelli, troviamo Android 4.2 con interfaccia personalizzata open-source realizzata da Kwame Corporation.

Fairphone è un progetto nato in Olanda circa tre anni fa, e ora ha bisogno di almeno 5.000 pre-ordini prima di iniziare la produzione, ma per adesso siamo a malapena a metà, anche se ci sono ancora 19 giorni di tempo. Se foste dunque interessati, vi rimandiamo al sito ufficiale per il pre-ordine o per scrutare appunto la filiera produttiva, mentre dopo lo stacco vi lasciamo il suo video di presentazione.

httpvh://vimeo.com/66409578

Via: ViaFonte: Fonte
video