street view underwater (2)

Ecco come fa Street View ad andare sott’acqua!

Nicola Ligas

Sono ormai diversi mesi che Street View è in grado di mostrarci qualche immagine sottomarina, ma vi siete mai chiesti come siano state catturate e quale sia il futuro di questo particolare tipo di immagini all’interno delle mappe di Google? Ce lo spiega Richard Vevers, direttore del Catlin Seaview Survey, un partner di Google in questo progetto.

Anzitutto la fotocamera usata per le immagini sotto il livello del mare deve essere di tipo particolare ed è diversa da quelle comunemente usate sulla terraferma di Street View. I piccoli “sottomarini di Google”, utilizzati per le riprese, hanno tre fotocamere collocate nella parte anteriore, una delle quali punta sempre verso il basso, che catturano immagini ogni 3 secondi. Sul retro di questo inedito apparecchio troviamo invece un tablet, tramite il quale è possibile agire sulle fotocamere stesse (vedi foto in alto).

Durante una tipica sessione di cattura della durata di un’ora, i sommozzatori di Google coprono circa 2 km e registrano 3-4.000 immagini per ciascuna fotocamera, ripetendo le immersioni anche tre volte al giorno. Questo ci fornisce già un primo elemento interessante: è ancora necessario un operatore umano per catturare le immagini, ma è inutile dire che sono già in lavorazione metodi automatizzati, che permettano sessioni di 12 e più ore ininterrotte. Oltre alle immagini tradizionali, sono in fase di test anche apposite fotocamere per riprese in 3D, che sono già state usate in combinazione con Hangout e Photo Sphere per compiacere il pubblico.

È  curioso ed a suo modo affascinante vedere Google investire tante energie in un progetto simile, che non necessariamente ci immaginiamo con un ritorno economico immediato, specialmente considerando che ciascuno di questi “sottomarini” costa sui 50.000 dollari (infatti ce ne sono solo 4, due dei quali mai usati). Non ci lamenteremo quindi troppo del fatto che al momento il team si focalizzi sulle Americhe, ma ci conforta sapere che l’idea è di portare lo Street View sottomarino a giro nel resto degli oceani del mondo durante i prossimi tre anni. Qui sotto vi lasciamo con le immagini dell’inusuale equipaggiamento.

Fonte: Fonte