googlenow

Google alla ricerca di nuovi partner per ampliare le card di Now

Nicola Ligas -

Ricerca vocale (anche da Desktop) e Google Now sono stati due protagonisti del keynote del Google I/O di quest’anno, e potete star sicuri che a Mountain View faranno di tutto per aumentarne il raggio d’azione. L’azienda ha infatti annunciato che farà in modo di estendere le capacità di Gmail di riconoscere specifiche informazioni, in modo da generare promemoria in Google Now. Per fare ciò Google estenderà i tool di mark up per email a partner selezionati, allo scopo di evidenziare ad esempio gli orari dei voli aerei, o le prenotazioni alberghiere (e non solo quelle).

Ricorrere a partner di terze parti ha in effetti un senso, anche perché sarebbe inutile arroccarsi nella posizione di voler fare tutto in maniera casalinga, se lo scopo è comunque quello di fornire un servizio il più possibile ampio e onnicomprensivo. In ogni caso non sappiamo se e quando Google estenderà ulteriormente l’uso di questi tool, ma dopo un periodo di prova più ristretta, un ampiamento di numero di partner e quantità di servizi e senz’altro auspicabile. In ultima battuta, tutte le app presenti su Android potrebbero un giorno contribuire all’arricchimento di Google Now: come e quando, sono fattori che dovranno sbrogliare a Mountain View.

Fonte: Fonte