simulatore sms alla guida

It can wait: la campagna americana contro gli SMS alla guida

Giuseppe Tripodi -

Non c’è nessun SMS per il quale valga la pena rischiare la vita: questo il messaggio della campagna It can wait che ascolterete nel video dopo lo stacco. Un concetto chiaro ed evidente a tutti, ma che troppo spesso viene ignorato, specialmente dai guidatori più giovani, mettendo a repentaglio la salute propria e altrui.

Proprio per evitare che gli automobilisti si distraggano inviando un messaggino alla guida, le maggiori compagnie telefoniche statunitensi come AT&T, Verizon, Sprint e T-Mobile hanno deciso di aderire a It can wait, iniziativa di cui si parla da Marzo 2010 e supportata da grandi organizzazioni come DOT, NHTSA e NTSB.

A sostenere la campagna ci sono anche diversi produttori tra cui HTC, Pantech e Samsung, che preinstalleranno sui loro dispositivi l’applicazione AT&T’s DriveMode: grazie ad essa, entrando in “Modalità guida” (impostazione richiamabile anche a distanza dai genitori del guidatore), sarà possibile impedire la notifica per SMS o chiamate durante il percorso, nonché impostare una risposta automatica alla ricezione di un messaggio, che comunicherà al nostro interlocutore l’impossibilità di rispondere.

L’iniziativa è stata accompagnata anche da una campagna di sensibilizzazione che, tramite un simulatore, mostra quanto può essere pericoloso digitare del testo mentre si è al volante: dal canto nostro, non possiamo che supportare It can wait, ma ricordiamo che ancor prima di tutte le teconologie possibili, certe scelte dovrebbero essere dettate principalmente dal buon senso.

Via: Via
guida