rayman

Rayman Jungle Run: la melanzana di Ubisoft salta su Android! [Recensione]

Giorgio Palmieri -

Il primo episodio della saga di Rayman risale al lontano 1995 ed uscì per Atari Jaguar, Sony PlayStation, Sega Saturn e successivamente per Microsoft Windows. Il gioco era un divertentissimo platform in due dimensioni che riuscì a divertire migliaia di videogiocatori in tutto il mondo, collezionando ottimi consensi anche da parte della critica. Un successo che ha portato allo sviluppo del secondo (Rayman 2: The Great Escape per PS1, PS2, N64 e Dreamcast) e del terzo capitolo (Rayman 3: Hoodlum Havoc per PS2, Xbox e GameCube) completamente in tre dimensioni e pieni di nuovi elementi di gameplay, quali sezioni a bordo di missili, super poteri, combattimenti ben sviluppati e tante altre particolarità che hanno reso questa saga molto popolare, senza contare i diversi spin-off sviluppati durante il corso degli anni.

Uno degli spin-off meglio riusciti è senza dubbio Rayman Raving Rabbids che, grazie alla simpatia dei conigli made-in-Ubisoft, è riuscito ad accaparrarsi un posto nel cuore dell’utenza più casual, non tanto per la qualità del prodotto, ma per  la sua accessibilità. Infatti, nella seconda parte del 2010, Ubisoft ha puntato molto sui simpatici coniglietti, sviluppando diversi titoli con loro protagonisti, mettendo la melanzana Rayman un po’ in disparte. Per rimediare all’errore e per accontentare i fan dei vecchi capitoli della saga, Ubisoft ha rilasciato nel 2011 Rayman Origins per PS3, Xbox360 e Wii, un ritorno – appunto – alle origini: un platfom colorato, divertente e pieno di carisma, elementi che rivediamo nel capitolo sviluppato per Android sulla melanzana salterina chiamato Rayman Jungle Run, il gioco che recensiremo oggi. Vediamo insieme se seguirà il successo della saga.

Welcome to the jungle

rayman_1

Senza troppi giri di parole, vi diciamo subito che Rayman Jungle Run condivide alcuni aspetti di gioco con il tanto discusso genere degli endless running: il ché potrebbe portare a diversi pensieri, negativi o positivi che siano. Infatti, il gioco è un’unione tra il genere platform e il genere running game, poiché il nostro Rayman non potrà fermarsi o cambiare direzione tramite i comandi, bensì solo saltare e tirare pugni. Sebbene la formula di gioco potrebbe sembrare riduttiva, ci pensa l’ottimo level design a dare linfa vitale al gameplay. Ognuno dei 70 livelli di gioco è caratterizzato da un divertimento esponenziale e soprattutto da sfide contenenti nuovi elementi di gameplay man mano che si procederà nell’avventura, elementi che manterranno sempre alto l’interesse del giocatore: ad esempio, il secondo mondo è denominato “Vola”, infatti nei livelli potremo planare utilizzando delle correnti d’aria, oppure, nel quarto mondo, denominato “Pugno”, potremo colpire i nemici utilizzando il rispettivo pulsante virtuale.

rayman2

Nonostante la durata di ogni stage si attesti su un minuto o poco più, Rayman Jungle Run riesce sempre a stupire, grazie al connubio accessibilità-profondità del gameplay:  il gioco diverte qualsiasi tipo di gamer poiché offre livelli semplici da finire, ma piuttosto impegnativi da completare al 100%. Infatti, durante i livelli potremo raccogliere i Lum, le lucciole che da sempre popolano l’universo di Rayman e, in base a quanti ne raccoglieremo, il gioco ci darà una valutazione sotto forma di gemme. Se raccoglieremo tutti i Lum del livello (100 per l’esattezza) acquisiremo uno dei cinque denti della morte per accedere al decimo livello di ogni mondo, denominato la Terra dei Morti. Una formula di gioco vincente ma che, purtroppo, presenta alcune piccole incertezze.

Melanzana stilosa

rayman3

Sebbene la meccanica auto-run funzioni bene, divertendo già dai primi minuti di gioco, nei livelli più complessi il nostro Rayman non sempre reagirà come vorremmo. Spesso ci capiterà  di ritrovarci in vicoli ciechi e, per raggiungere la piattaforma opposta, bisognerà eseguire un salto sul muro. Se dovessimo fallire, alcune volte la simpatica melanzana non tornerà indietro per permetterci di riprovare il salto, ma percorrerà il livello verso il lato opposto, senza la possibilità di cambiare direzione. Certo, dopo una manciata di secondi Rayman si accorgerà della direzione sbagliata e quindi cambierà direzione in maniera automatica, ma questo ci fa’ pensare che forse la struttura di gioco ideale sarebbe stata quella dei platform vecchio stile, piuttosto che la solita meccanica auto-run ma, nel complesso, gli sviluppatori hanno fatto un ottimo lavoro.

rayman6

Il comparto stilistico gode di una realizzazione certosina sia dal punto di vista grafico che sonoro. Le animazioni sono fantastiche e cariche di umorismo, le ambientazioni sono varie e tutte curate, la fluidità è perfetta e garantisce una resa a schermo molto buona. Eccezionale il comparto sonoro, coadiuvato da musiche simpaticissime e divertentissime, che probabilmente fischietterete sotto la doccia. Insomma, Rayman Jungle Run ha stile da vendere.

Conclusioni

Rayman Jungle Run è un ottimo titolo che saprà divertire grazie all’ottimo level design e al funzionale sistema di controllo. Sebbene qualche piccolo difetto nella formula di gioco, il titolo rimane uno degli auto-run più divertenti disponibili per Android ed il tutto è coadiuvato da un comparto grafico e sonoro di prim’ordine. Il gioco è consigliato a tutti, sia per chi è in cerca di un gioco rilassante e senza troppe pretese, sia per i gamer che cercano una sfida un po’ più impegnativa. E per i fan di Rayman? È (senza alcun dubbio) un acquisto obbligato!

Adrenalina: Il ritmo di gioco è sempre elevato grazie al fantastico level design.
9/10
Giocabilità:  A parte qualche piccola incertezza nelle meccaniche, il gioco diverte e intrattiene qualsiasi tipo di giocatore.
8.5/10
Grafica:  Ottima fluidità, ambientazioni varie e colorate, animazioni fantastiche. Ha stile da vendere. (Samsung Galaxy Nexus)
9.5/10 
Sonoro: Musiche irresistibili e effetti sonori carichi di umorismo. Praticamente perfetto.
10/10
Longevità: 70 livelli divisi in 10 mondi, tutti particolari e molto divertenti. Vi terranno impegnati per un paio di ore circa.
8/10
Prezzo: 2,69€ per un titolo di un certo spessore, un prezzo onesto. Presente un DLC per acquistare nuovi eroi.
8/10

Voto complessivo: 8.5/10

Google Play Badge

Recensionevideo