zte booth

Anche ZTE stringe accordi di licenza con Microsoft, sempre più “presente” negli smartphone Android

Nicola Ligas

ZTE si unisce ad HTC, Acer, Samsung, LG e tutti gli altri produttori di dispositivi Android che hanno stretto accordi di licenza con Microsoft, che da parte sua gongola felice del fatto che l’80% degli smartphone Android venduti negli USA (e la maggior parte di quelli mondiali) siano tutti legati a sue licenze.

L’azienda di Redmond ha stretto accordi con ormai più di venti produttori diversi, tra grandi e piccoli; solo Motorola-Google resiste stoicamente, e Microsoft lo sa bene, citandola anche indirettamente nell’annuncio dell’affare con ZTE, quando parla di “aziende che finora non hanno voluto risolvere il problema in maniera chiara“.

I dettagli dell’accordo sono comunque ignoti, quindi ad esempio non sappiamo se si tratta di royalty o di cross-licensing (scambio di brevetti in pratica), e in mancanza di commenti ufficiali è impossibile fare previsioni attendibili. Quel che è certo è che “la presa” di Microsoft sul mondo Android è sempre più larga, e nonostante le rivalità, siamo sicuri che dalle parti di Redmond qualcuno il tifo per il robottino lo faccia davvero.

Via: Via
brevetti