google-glass

Glass Explorer Edition: iniziano le spedizioni, ma gli sviluppatori non potranno usare pubblicità né far pagare le app

Nicola Ligas

La Explorer Edition di Google Glass, quella che abbiamo conosciuto al Google I/O dello scorso anno, è ormai pronta per essere spedita ai primi acquirenti, ed in seguito ai vincitori del concorso “if i had glass”, tanto che i più fortunati dovrebbero avere la propria copia in viaggio già da oggi. Dato che molti di questi saranno ragionevolmente degli sviluppatori interessati al progetto, Google ha pubblicato anche un’ampia documentazione, con tanto di esempi e approfondimenti, per le Mirror API, che saranno utilizzare per sviluppare contenuti per gli occhiali, rivelando che in pratica Glass è basato sulle web app.

Il fatto però che ci siano nuove informazioni, non significa che gli sviluppatori potranno condividerle a piacimento: i termini del servizio vietano infatti la distribuzione del client software al di fuori dei canali approvati. Ci aspettiamo che le cose possano cambiare nel momento in cui i Google Glass diventeranno davvero di dominio pubblico, ma è solo una supposizione.

Un altro aspetto peculiare di questa prima fase, che dovrebbe cambiare in seguito (ma anche questa è solo un’ipotesi), è il fatto che tutto ciò che gli sviluppatori creeranno ora dovrà essere gratuito: sono proibite infatti sia le pubblicità sulle app per Glass, che l’addebito di denaro. Come verranno dunque ricompensati gli sviluppatori? Questa domanda è stata posta a Google, ma siamo ancora in attesa di una risposta. Nel frattempo vi lasciamo con alcuni video relativi alle linee guida cui abbiamo accennato.

Via: Via
Google Glassvideo