Sony Xperia E, la recensione completa

SONY_XPERIA_E_Recensione_1280px

Sony aveva già annunciato ormai da parecchie settimane il rinnovamento del suo parco smartphone e subito l’annuncio del top di gamma Xperia Z è arrivato quello del piccolo Xperia E.

Confezione

La confezione è uno dei primi controsensi (e purtroppo non l’ultimo) in cui ci siamo imbattuti recensendo Xperia J. Per fortuna si tratta di uno positivo: nella confezione, infatti, oltre ad alimentatore e cavo USB-microUSB, troviamo anche un paio di auricolari stereo, che non erano presenti nel precedente “piccolo” Xperia J di casa Sony (dal prezzo di ben 100€ superiore).

7

Costruzione ed ergonomia

Non sarà il più elegante della famiglia Xperia e neanche il più fantasioso (molti i punti in comune del design con Xperia J e Xperia V, quasi da rendere difficile distinguerli), ma rimane comunque più ricercato della media degli smartphone low cost e con quel “qualcosa in più” che Sony riesce sempre a dare ai suoi dispositivi. In mano lo smartphone risulta molto compatto e molto ben bilanciato nel peso, tanto da farci domandare più volte se fosse davvero in tasca. La cover posteriore (gommata, che tiene molto le impronte) si rimuove facilmente, ma allo stesso tempo è salda quando chiusa. Dobbiamo però criticare la scelta di posizionare in alto i piccolissimi tasti del volume: durante una telefonata sono molto scomodi da premere.

7

Hardware

Ed eccoci di fronte ad un nuovo dilemma: considerare l’hardware di Xperia E in rapporto alla concorrenza attuale o rispetto a quello che ha fatto Sony stessa in passato (Xperia U e Xperia J in testa). La risposta, per correttezza, è sicuramente la prima, ma rimane comunque l’amaro in bocca nel sapere che ad un prezzo di poco superiore (o uguale, con le offerte attuali) Sony un anno fa proponeva uno smartphone più potente di questo (non è la prima volta che Xperia U ci ha messo in difficoltà nel recensire altri prodotti). A prescindere da questo l’hardware di Xperia E è in linea con la fascia medio-bassa attuale e si propone con un processore single-core da 1 GHz, 512 MB di RAM e 4 GB di memoria interna, sufficienti per un buon numero di piccole e medie app. Per le foto e per i video consigliamo l’acquisto di una microSD. Manca il chip NFC e manca, purtroppo, anche il sensore di luminosità per la regolazione automatica in base alle condizioni ambientali. La fotocamera da 3,15 megapixel poi non è linea con lo spirito Sony, ma è comunque superiore alla media della stessa fascia di prezzo.

Ripetiamo quindi come il voto sia considerato a prescindere dal passato dell’azienda.

7

Display

Lo schermo da 3,5 pollici ha la risoluzione di 320 x 480 pixel, giusta sia per la dimensione stessa che per il prezzo a cui è proposto lo smartphone. Aumentando la luminosità oltre i 3/4 della sua possibilità, ci garantiamo anche una sufficiente leggibilità all’esterno e (sapendo che con questa affermazione ci metteremo contro una parte di voi) una fedeltà dei colori anche superiore al top Xperia Z. Ancora una volta il voto è proporzionale al tipo di smartphone che Xperia E e sempre senza considerare il passato di Sony.

7

Software

Sony ha provato a replicare in Xperia E, alcune delle sue funzioni presenti sui top di gamma, riuscendoci in parte. Troviamo quindi i toggle nella barra delle notifiche, il software per il DLNA (gradita sorpresa!), Evernote preinstallato, Smart Connect e una versione rivista della sua galleria. Il tutto è “preparato” sopra Android Jelly Bean 4.1.1. In generale il sistema è reattivo, anche se Sony ha ancora del lavoro da fare per rendere la sua interfaccia più gradevole e più funzionale.

Software: Browser

Scroll e zoom fluidi nel browser stock, specialmente considerando l’hardware a disposizione.

Software: Multimedia

Il player video riproduce i filmati in formato divx e l’applicazione Walkman, anche se non ha disposizione tutte le funzioni di Xperia Z, ci ha soddisfatto. Presente anche TrackID e, coem già detto, un software server-client DLNA.

7

Autonomia

L’autonomia di Xperia E ci ha soddisfatto, almeno nei limiti che potremmo virtualmente imporre ad uno smartphone di questo tipo. Arriva senza grossi problemi a fine serata, ma non vi permetterà di “proseguire” con la stessa carica anche il giorno successivo.

7

Prezzo

Il prezzo di questo smartphone è veramente contenuto: solo 149€. Sono solo 20€ in più del piccolo L3 II di casa LG (che comunque in percentuale non sono poi così pochi, per chi cerca di risparmiare).

8

Giudizio Finale

Sony Xperia E è sicuramente uno dei migliori smartphone nella sua fascia di prezzo. Certo, è ancora possibile accaparrarsi Xperia U (dual core e con schermo a risoluzione più alta) a un prezzo quasi identico, ma questo è ormai fuori listino e rende il nostro lavoro di recensori finalmente più semplice, permettendoci di prenderci l’onere di lasciarci alle spalle il (meraviglioso) errore che è stato posizionare Xperia U al prezzo di 199€.

Tornando all’argomento del nostro test: se lo doveste acquistare, Xperia E non vi deluderà. Specialmente a questo prezzo.

Voto: 7,4

In sintesi: Pro

  • Prezzo contenuto
  • Sistema reattivo
  • Cuffie nella confezione
  • Design gradevole

In sintesi: Contro

  • Assenza sensore di luminosità
  • Fotocamera appena sufficiente
  • Angolo di visione del display scarso
  • Nessuna fotocamera frontale

Videorecensione

Foto

Ultime dal forum

11-08-2014 - 09:42
10-06-2014 - 08:10
06-06-2014 - 14:20