jean-baptiste queru

Kernel 3.8 in Key Lime Pie? È molto improbabile, parola di Jean-Baptiste Queru

Nicola Ligas -

Giusto ieri vi abbiamo segnalato un interessante post su Google+ da parte di un dipendente Cisco, Aaron Gascoigne, che si è lanciato in alcune ragionate considerazioni su Key Lime Pie, la prossima major release di Android. Tra i primi commentatori c’era anche Jean-Baptiste Queru, responsabile dell’Android Open Source Project, al quale è stata subito rivolta una domanda a bruciapelo: “Il Kernel 3.8? Quante sono le probabilità?” Altrettanto lapidaria la risposta: “Il 3.8 è molto improbabile“.

Queru ha poi motivato l’affermazione con un link ad un post sul blog della Linux Fundation, nel quale si spiega che i Kernel 3.0 e 3.4 saranno supportati per almeno due anni, viceversa il kernel 3.8 sarà semplicemente rimpiazzato dal 3.9 non appena uscirà, smettendo quindi di essere mantenuto all’indomani della pubblicazione di quest’ultimo; non è insomma un kernel LTS (long term support).

La riposta di Queru non equivale ad una certezza, ma di certo ha più peso di qualsiasi ipotesi, come quella circolata tempo fa che voleva Google già al lavoro per adattare il nuovo kernel ad Android. Aaron Gascoigne ha poi replicato a sua volta, aggiungendo il fatto che difficilmente un kernel basato sul 3.8 sarebbe pronto per maggio, già più probabile per novembre. Resta quindi solo da vedere se gli ingegneri di Mountain View “si faranno spaventare” o meno alla mancanza di un lungo supporto, ma questo lo scopriremo solo in seguito.