google-glass

Un’infografica ci spiega i principi ottici di Google Glass

Nicola Ligas

Come funzionano i Google Glass? Non da un punto di vista tecnico, quello è affar di Google e per il momento è ancora un work in progress, ma da un punto di vista ottico com’è che vedremo informazioni in quel minuscolo display a così poca distanza dal nostro occhio? E le vedremo bene? Senza bisogno di iscriversi alla facoltà di oculistica, un’interessante infografica pubblicata da un sito di ottica tedesco.

Google Glass viene definito “un capolavoro della tecnica“. Essi contengono un mini-proiettore che proietta l’informazione grazie ad un opportuno prisma semi trasparente direttamente sulla retina. Grazie a questo sistema, anche se così vicino all’occhio, l’immagine è chiara e a fuoco, ed è comunque possibile regolare la parte frontale dei Glass per aggiustarlo al meglio.

A seconda di come vengono portati gli occhiali, il contenuto apparirà nell’angolo in alto a destra o a metà del campo visivo. Se portati normalmente al di sopra del naso, in modo in pratica da poter vedere normalmente senza disturbi, dovremo alzare lo sguardo per mettere a fuoco l’immagine; siccome però il prisma è trasparente, è possibile posizionarlo anche proprio di fronte all’occhio: in quel caso avremo probabilmente qualche impedimento in più con la visione normale, ma avremo anche al contempo tutte le informazioni proprio davanti a noi e starà a noi metterle a fuoco o guardare oltre.

La sfida più grande a questo punto è rappresentata dal combinarli con occhiali da vista (cosa che sappiamo essere già prevista): in quel caso andranno posizionati sopra ad una normale lente, il che a seconda dei casi può non essere la cosa esteticamente più piacevole, oppure Google potrebbe fabbricare dei prismi personalizzati a seconda del modello, ma questa seconda soluzione sarebbe decisamente più dispendiosa, sia in termini temporali che economici. Da quanto abbiamo visto finora, Google sembra più propenso alla prima soluzione, e confidiamo che con il giusto designer al lavoro, sappiano renderla anche un’alterativa soddisfacente dal punto di vista estetico.

Per adesso vi lasciamo con l’infografica in oggetto, che ci mostra come dietro ai Google Glass ci sia uno studio ottico molto più avanzato di quanto non si potrebbe pensare.

google-glass-infographic

Via: ViaFonte: Fonte
Google Glass