opengarage

Un nuovo brevetto di Google ci permette di aprire il garage? (aggiornato: e molto altro!)

Roberto Orgiu -

Basta una semplice ricerca sulle nostre pagine per intuire quanto sia importante per Big G il progetto Google Glass e, tra trovate pubblicitarie, rumors e brevetti richiesti, le funzionalità attribuite a questo accessorio sono sempre più avveniristiche: oggi, ad esempio, i colleghi di Engadget hanno ritrovato un’interessante licenza riconducibile agli occhiali made in Mountain View.

Secondo il famoso blog americano, Google avrebbe infatti richiesto un brevetto che consentirebbe, tramite diverse tecnologie (tra cui Bluetooth, QR Code e chip RFID), di interagire con dispositivi connessi via WiFi: nello specifico, l’ipotesi è che si potrebbe aprire e chiudere la porta del proprio garage o controllare il frigorifero direttamente dal dispositivo su cui Google sta lavorando sodo.

Senza dubbio è un’idea interessante e ci viene da chiederci quali altre idee possano fluttuare in quel di Mountain View: non ci resta che attendere e vedere cosa sarà in grado di tirare fuori dal cilindro Big G, sperando di non dover attendere se non fino al prossimo Google I/O.

Aggiornamento: i colleghi di Patent Bolt sono riusciti a trovare interessanti novità sull’argomento che confermerebbero, tra l’altro, anche la seconda generazione di Google Glass, con una fotocamera montata sul setto nasale (Goole stessa rivela l’avanzata modularità dell’accessorio stesso). I brevetti in questione mostrano anche i controlli in sovrimpressione che dovrebbero apparire quando il bersaglio viene agganciato: bottoni virtuali, note e status del dispositivo inquadrato dovrebbero così essere resi visibili e utilizzabili direttamente dagli schermi. Inoltre, sembra che sarà possibile interagire anche con le stampanti tramite un’apposita interfaccia, che ci permetterà di controllare persino la funzione di copia della multifunzione.

Via: ViaFonte: Fonte
brevettiGoogle Glass