Jabra Vox (1)

Jabra Vox: gli auricolari perfetti per il vostro smartphone [Recensione]

Nicola Ligas -

Dopo le cuffie che vi abbiamo mostrato la settimana scorsa, abbiamo avuto modo di provare anche i nuovi auricolari Jabra Vox, perfetti per l’utilizzo con smartphone in quanto dotati di apposito pulsante per rispondere/riagganciare e di un’ottima app a corredo per migliorare l’esperienza audio su Android. Andiamo quindi con ordine e vediamo cosa ci riserva la confezione, per poi passare ad impressioni d’uso e applicazione.

Confezione

Al suo interno troviamo ovviamente gli auricolari in-ear, costruiti con grande attenzione ad ogni dettaglio, a partire dal cavo un po’ più rigido dell’ordinario e restio alle pieghe, dotato anche di grande resistenza alla trazione (fino a ben 15 Kg): questo non è solo per solidità strutturale, ma dovrebbe impedirgli anche di attorcigliarsi su sé stesso come nemmeno un marinaio saprebbe fare, cosa che immancabilmente avviene ogni volta che riponiamo gli auricolari in una borsa o uno zaino. A proposito di questo, nella confezione viene anche fornita un’elegante e pratica custodia per portarli a giro, con un meccanismo di apertura a pressione che si assicurerà che gli auricolari non scappino. Tra gli altri accessori inclusi segnaliamo la presenza di 3 eargel di dimensione diversa, in modo da adattare al meglio gli auricolari alla grandezza del nostro orecchio.

Impressioni

I Vox sono indubbiamente eleganti per essere dei semplici auricolari, arricchiti da un piccolo inserto metallico sul quale campeggia la scritta Jabra da ambo i lati, mentre l’indicazione leftright è scritta sul lato interno in colore rosso, come rosse sono altre finiture. Poco più in basso troviamo due lievi rigonfiamenti lungo il filo, costituiti da due piccoli magneti che terranno solidamente unite le estremità libere degli auricolari, in modo da prevenire ulteriormente gli arrotolamenti di cui sopra. Ancora più sotto, sul lato destro, c’è l’ampio pulsante per regolare il volume, cambiare traccia e per rispondere/riagganciare/effettuare chiamate: unico appunto che potremmo fargli è quello di essere anche troppo rigido e di non offrire moltissimo feedback alla pressione, ma questo assicurerà anche che non venga attivato per sbaglio e dopo poco non ci farete più caso. I due fili si uniscono poi con una giunzione ad Y che termina col jack da 3,5 mm a forma di L, solitamente più pratico di quello verticale, soprattutto se tenete il telefono in tasca, perché ne aumenta meno l’ingombro.

L’isolamento acustico ottenuto è davvero buono, specialmente dopo aver scelto l’eargel che meglio si adatta al nostro orecchio, e la qualità sonora è decisamente di un altro livello rispetto agli auricolari inclusi nella confezione di qualsiasi smartphone. L’audio in chiamata è pulito e nitido e anche la musica acquista da subito maggiore profondità, anche se è utilizzando l’app dedicata che abbiamo il vero “salto di livello”. La sensazione di grande solidità inoltre contribuisce a restituire la percezione di un prodotto premium, che potete trovare ad esempio su Amazon.it a 53,83€, una cifra senz’altro invitante considerando quello che hanno da offrire i Jabra Vox, destinati magari non al “casual user” ma a chi voglia un prodotto di qualità senza doverci investire un capitale.

Qui di seguito vi lasciamo un breve video illustrativo che riassume in parte quanto appena detto, seguito da una galleria di immagini degli auricolari; non saltate subito ai commenti però, perché dopo trovate anche una breve recensione dell’app.


L'applicazione

Jabra Sound è un’app disponibile gratuitamente nel Play Store, che però richiede un codice di sblocco per essere attivata, che troverete nella confezione dei vostri auricolari. Si tratta di un player musicale sui toni del nero e del giallo (i “colori Jabra”) che vanta il marchio Dolby Digital Plus, la cui influenza non è solo nominale ma assai pratica. È possibile inoltre attivare anche l’opzione surround per avere un’audio ancora più avvolgente, che è particolarmente indicato per la musica leggera (meno per quella classica), ed infine abbiamo anche un equalizzatore con tanti valori pre-impostati tra i quali scegliere. Potrete quindi divertirvi a provare le varie configurazioni, e state sicuri che la differenza sarà ben udibile.

L’app e poi un ottimo music player, molto intuitivo ed immediato, che ci consentirà di riprodurre tutta la musica presente sul nostro Android, con playlist, copertine, preferiti, e tutte le classiche opzioni che vi aspettereste da un’app del genere, compresa la condivisione su Facebook o Twitter del brano ascoltato (a patto di avere le due relative app ufficiali). Difficile chiedere di più ad un’applicazione inclusa con degli auricolari, tanto più che la qualità audio aumenta in modo sensibile.

Recensionevideo