reader

Google continua con le “pulizie” e annuncia la chiusura di Reader il 1 luglio 2013

Nicola Ligas

Già a fine 2012 Google aveva iniziato con le “pulizie invernali“, interrompendo per lo più servizi legati a terze parti, ma è con un comunicato di questa notte che ha annunciato il proseguimento con le pulizie di primavera, che porteranno, tra le altre cose, alla chiusura completa di Google Reader dal prossimo luglio.

La mossa non ci fa piacere, è inutile girarci attorno: la motivazione addotta è il calo di utenza; ovviamente non abbiamo dati alla mano per poterla contestare, ma essendo un servizio così diffuso a livello globale e non essendo nemmeno particolarmente complesso, ci avrebbe fatto piacere che Google non staccasse la spina (e in parte ancora speriamo in un ripensamento). Secondo Brian Shih, Product Manager di Reader, il colpevole in realtà non è nient’altri che Google+. Gli sviluppatori di Reader, particolarmente esperti nel ramo social, sarebbero infatti stati progressivamente allontanati dal lettore di feed per passare al social network di casa.

Ovviamente quando un celebre servizio muore saranno in molti a cercare di raccoglierne l’eredità: Feedly è in prima fila, e ha già rilasciato un comunicato nel quale spiega di essere al lavoro su un progetto chiamato Normandy, ovvero un clone delle API di Google Reader basato tra l’altro su Google App Engine. Quando BigG staccherà la spina al suo lettore, Feedly passerà automaticamente a questo nuovo back end, rendendo la transizione praticamente trasparente per i suoi utilizzatori (almeno in teoria). Questo è solo un esempio, e siamo sicuri che in molti seguiranno o hanno già seguito le orme di Feedly, ma in ogni caso abbiamo tempo fino a luglio per trovare un’alternativa, quindi ritorneremo senz’altro sull’argomento.

Tra le altre interruzioni degne di nota nelle pulizie di primavere c’è senz’altro quella alle vendite e agli update per le versioni Desktop di Snapseed (sia per Mac che per Windows); inalterato invece il cammino delle app per iOS e Android, che continueranno a restare gratuite.

Di seguito vi lasciamo il comunicato completo di Google (che trovate anche nel link alla fonte) in modo che possiate spulciarlo in ogni sua parte.

  • Apps Script will be deprecating the GUI Builder and five UiApp widgets in order to focus efforts on Html Service. The rest of the Ui Service will not be affected. The GUI Builder will continue to be available until September 16, 2013. For more information see our post on the Google Apps Developer Blog.
  • CalDAV API will become available for whitelisted developers, and will be shut down for other developers on September 16, 2013. Most developers’ use cases are handled well by Google Calendar API, which we recommend using instead. If you’re a developer and the Calendar API won’t work for you, please fill out this form to tell us about your use case and request access to whitelisted-only CalDAV API.
  • Google Building Maker helped people to make three-dimensional building models for Google Earth and Maps. It will be retired on June 1, but users are still able to access and export their models from the 3D Warehouse. We’ll continue to expand the availability of comprehensive and accurate new 3D imagery on Google Earth, and people can still use Google Map Maker to add building information such as outlines and heights to Google Maps.
  • Google Cloud Connect is a plug-in to help people work in the cloud by automatically saving Microsoft Office files from Windows PCs in Google Drive. But installing Google Drive on your desktop achieves the same thing more effectively—and Drive works not only on Windows, but also on Mac, Android and iOS devices. Existing users will no longer be able to use Cloud Connect as of April 30.
  • We launched Google Reader in 2005 in an effort to make it easy for people to discover and keep tabs on their favorite websites. While the product has a loyal following, over the years usage has declined. So, on July 1, 2013, we will retire Google Reader. Users and developers interested in RSS alternatives can export their data, including their subscriptions, with Google Takeout over the course of the next four months.
  • Beginning next week, we’re ending support for the Google Voice App for Blackberry. For Blackberry users who want to continue using Google Voice, we recommend they use our HTML5 app, which is more secure and easier for us to keep up to date. Our HTML5 site is compatible with users with Blackberry version 6 and newer.
  • We’re deprecating our Search API for Shopping, which has enabled developers to create shopping apps based on Google’s Product Search data. While we believe in the value this offering provided, we’re shifting our focus to concentrate on creating a better shopping experience for users through Google Shopping. We’ll shut the API down completely on September 16, 2013.
  • Beginning today we’ll no longer sell or provide updates for Snapseed Desktop for Macintosh and Windows. Existing customers will continue to be able to download the software and can contact us for support. We’ll continue to offer the Snapseed mobile app on iOS and Android for free.
Via: ViaFonte: Fonte