presentazione htc one (8)

HTC One: le nostre impressioni dalla presentazione romana

Nicola Ligas

Quest’oggi HTC ha tenuto a Roma la presentazione italiana di HTC One. È stato un evento davvero molto particolare, prima di tutto per la location scelta: il Nuovo Centro Congressi “la Nuvola” ideato e realizzato da Massimiliano e Doriana Fuksas. Si tratta di un’opera ancora in corso di realizzazione, e non stiamo esagerando  nel dirvi che in pratica la presentazione si è tenuta in un cantiere (avevamo scarpe anti-infortunistiche ed elemetto!), cantiere di quello che sarà uno dei più grandi centri in Europa una volta completato, e che già adesso rende bene l’idea della sua originalità.

All’interno della nuvola, in una cornice di luci ovviamente verdi, HTC ha dunque presentato il suo nuovo modello di punta, esaltandone ogni aspetto ormai ben noto: BlinkFeed, l’aggregatore di contenuti che vanno dal social all’informazione, nel quale potete trovare anche le news di AndroidWorld; la fotocamera ad Ultrapixel (una delle slide di presentazione recitava: “il mito che più megapixel ha una fotocamera, migliore sarà la qualità delle immagini, è una enorme bugia” – David Pogue, The New York Times), capace di catturare immagini in condizioni di scarsa luminosità come nessun altro concorrente; HTC Zoe, ovvero la possibilità di registrare brevi clip video associate alle foto, che poi potremo montare assieme con estrema semplicità, scegliendo anche gli effetti di transizione più opportuni (immaginate di aver fatto tante foto in vacanza con il vostro HTC One, di tornare a casa, e ritrovarvi praticamente pre-confezionato un filmino con colonna sonora ed effetti dei momenti salienti del vostro viaggio), e non da ultimo l’eccellente comparto audio, esaltato dai due speaker anteriori, dai microfoni a doppia membrana e anche dalle migliorie introdotte al lettore multimediale, in grado di reperire al volo il testo della canzone che stiamo ascoltando.

A margine della presentazione abbiamo avuto occasione di parlare nuovamente con Mark Moons (HTC Executive Director Mediterranean & Benelux Region): l’avevamo già conosciuto al Mobile World Congress, ma la possibilità di un’intervista privata ci ha permesso di approfondire alcuni argomenti che a Barcellona avevamo solo sfiorato. Mark ci ha così confermato che HTC “ama” i widget (ricordate quanto riportato alcuni giorni fa in merito?) ma secondo le indagini di mercato svolte dall’azienda sono gli utenti a giudicarli un po’ ridondanti alla fin fine, ed ecco perché (in parte) è nato BlinkFeed, un aggregatore che ha il pregio di offrire tanti contenuti in un’unico spazio e che quindi risulti immediato e intuitivo.

Il termine One inoltre è destinato a diventare un “marchio” per l’azienda, o almeno queste sono le sue intenzioni, un po’ come lo è “Galaxy S” per Samsung o iPhone per Apple, da affiancarsi agli altri due “brand” di HTC che sono Desire e la linea Windows Phone. Abbiamo poi pungolato Moons sul perché dell’abbandono del pulsante dedicato al multitasking (per chi non lo sapesse ricordiamo che HTC One ha solo due pulsanti: back ed home; quest’ultimo funziona anche come multitasking – con doppio tap – e come pulsante dedicato a Google Now – pressione prolungata -), ma anche in questo caso le ragioni risiedono in semplicità ed immediatezza dato che, sempre secondo le indagini di HTC, il multitasking non sarebbe molto utilizzato dagli utenti.

Per quanto riguarda tutte le caratteristiche software introdotte dalla Sense 5 in HTC One, difficilmente potranno essere portate in toto sugli smartphone precedenti, perché molte di esse sono legate strettamente all’hardware del nuovo telefono. BlinkFeed però è senz’altro l’elemento cardine che verrà impiegato anche sui modelli dello scorso anno e per quanto possibile anche il resto delle caratteristiche della nuova Sense saranno lasciate inalterate.

Non ci siamo fatti sfuggire anche un riferimento al Flyer, e quindi al mercato dei tablet in generale, ed alla tecnologia Scribe introdotta con questo modello e poi abbandonata. HTC non ritiene che il settore dei tablet sia al momento remunerativo: in molti li producono ma “solo uno” (chissà a chi si riferirà Mark?) realizza davvero dei profitti in quest’ambito. Lo Stylus Scribe tra l’altro non sarebbe molto adatto all’uso su smartphone (ma Samsung avrebbe qualcosa da ridire) quindi in un certo senso c’è un collegamento a doppio filo tra le due cose, e fintanto che HTC non riterrà opportuno lanciarsi nuovamente nel settore tablet, difficilmente vedremo anche un pennino impiegato in altri modelli, il che sinceramente è un po’ un peccato, dato che l’azienda è stata una sorta di pioniere su Android in tal senso.

Per quanto riguarda il marketing, non aspettatevi una bombardante campagna pubblicitaria in video: HTC One è un prodotto che punta comunque ad un’utenza dinamica e “collegata”, quindi ci saranno campagne mirate, come quella della Champions, oppure online, ma non pressanti spot televisivi.

A parte tutte queste considerazioni generali comunque, l’impressione che abbiamo ricavato dal dispositivo è di un ottimo prodotto, costruito con cura e attenzione ad ogni dettaglio, da quelli più estetici a quelli più tecnici, confermando in sostanza quanto già detto a Barcellona. La Sense 5 rappresenta uno stacco un po’ netto con il passato, che però dovrebbe essere fatto proprio in direzione dell’utente, per semplificare l’accesso ai contenuti e la gestione del telefono; in ogni caso il grado di personalizzazione concesso sembra piuttosto ampio, quindi riuscirete senz’altro a cucire il telefono a misura delle vostre esigenze.

A questo punto non ci resta davvero che rimandarvi ad una recensione che speriamo ormai prossima, dato che HTC One sarà in commercio a breve, lasciandovi nell’attesa alle foto dell’evento e al comunicato stampa ufficiale per l’Italia.

Nella straordinaria cornice del cantiere del Nuovo Centro Congressi

“La Nuvola” ideata da Massimiliano Fuksas, aperto eccezionalmente per l’occasione

Nella “Nuvola”, con HTC One

Il nuovissimo smartphone HTC di ultima generazione presentato in anteprima

Roma, 8 marzo 2013 – Il Nuovo Centro Congressi di Roma apre le porte del suo cantiere alla stampa in occasione dell’anteprima assoluta di presentazione di HTC One, il nuovissimo smartphone di alta gamma di HTC, leader mondiale nel design e nell’innovazione “mobile”.

HTC One consente di cambiare prospettiva e vivere un’esperienza eccezionale, tra design, tecnologia e innovazione e si inserisce alla perfezione nell’esclusiva cornice della “Nuvola”, il Nuovo Centro Congressi progettato daMassimiliano e Doriana Fuksas. L’eccezionale apertura dell’auditorium la “Nuvola” si è svolta alla presenza, tra gli altri, di Mark Moons, HTC Executive Director Mediterranean & Benelux Region, Pierluigi Borghini, Presidente di EUR S.p.A., e dell’Architetto Serena Mignatti, Senior Architect dello Studio Fuksas.

Il nuovo HTC One è uno smartphone top di gamma, dal design innovativo e dalle caratteristiche assolutamente uniche. Monoscocca in alluminio scolpita senza soluzione di continuità, dotato di un schermo da 4,7 pollici full HD (1080p). Il nuovo HTC One introduce BlinkFeed™, HTC Zoe™ e HTC BoomSound™, le innovazioni chiave di HTC Sense® che reinventano l’esperienza utente definendo un nuovo standard per gli smartphone.

HTC BlinkFeed™, aggrega i contenuti più recenti dalle fonti d’interesse, rendendoli disponibili al primo sguardo sulla schermata iniziale dello smartphone; HTC Zoe™ rende possibile scattare foto ad alta risoluzione e che prendono vita in frammenti filmati – Zoes – da 3 secondi; e HTC BoomSound™, che, per la prima volta su un dispositivo mobile, introduce due altoparlanti stereo frontali con amplificatore dedicato.

“Le persone oggi vivono una realtà fatta di continui aggiornamenti, notizie e informazioni – ha dichiarato Mark Moons, Executive Director Mediterranean & Benelux Region di HTC. “Nonostante lo smartphone sia tra i principali mezzi con cui siamo in contatto con le persone a cui teniamo, attraverso il quale riceviamo le informazioni che ci interessano, le soluzioni convenzionali non sono riuscite a tenere il passo col modo in cui le persone oggi lo utilizzano. Era necessario un nuovo, dinamico approccio agli smartphone. Con HTC One abbiamo totalmente ripensato l’esperienza mobile, proprio per riflettere questa nuova realtà. La presentazione di oggi, che prende vita nell’eccezionale contesto della “Nuvola” di Fuksas, rispecchia esattamente questa esperienza straordinaria”.

Il Nuovo Centro Congressi di Roma “La Nuvola” è un’opera dallo straordinario valore artistico, caratterizzata da soluzioni logistiche innovative e dalla scelta di materiali tecnologicamente avanzati. Progettato dagli ArchitettiMassimiliano e Doriana Fuksas, è il risultato dell’interazione di tre elementi: la teca, la “Nuvola” e l’albergo. La “Nuvola”, auditorium in cui ha avuto luogo la presentazione di HTC One, costituisce l’elemento architettonico caratteristico dell’intero progetto: la struttura, dallo straordinario effetto visivo, è costituita da una membrana di materiale innovativo (fibra di vetro siliconato in grado di garantire il massimo grado di sicurezza antincendio) e contenuta in una “teca” di acciaio e vetro alta 40 metri, larga 70 e lunga 175. Il complesso, la cui apertura al pubblico è prevista nel 2014, sarà in grado di ospitare eventi con caratteristiche molto differenziate, con una capienza che raggiungerà complessivamente 7.550 posti, suddivisi tra l’auditorium “La Nuvola” (1.850 persone) e la grande sala congressuale per complessivi 5.700 posti. Completa a struttura un albergo 4 stelle luxury, con 439 stanze di cui 7 suites.

Dopo la presentazione, la “Nuvola” è rimasta illuminata per tutta la notte, nel caratteristico colore verde, distintivo di HTC, producendo un incredibile effetto visivo, mostrato per la prima volta in assoluto alla città.

“Oggi il Nuovo Centro Congressi ha ospitato il suo primo, grande evento internazionale – ha dichiarato Pierluigi Borghini, Presidente di EUR S.p.A., società committente dell’opera. L’interesse di HTC, leader mondiale nel design e nell’innovazione “mobile”, di legare l’anteprima assoluta di presentazione del nuovissimo smartphone HTC ONE  alla “Nuvola” progettata da Massimiliano e Doriana Fuksas – ha proseguito Borghini – dimostra come il Nuovo Centro Congressi rappresenti indubbiamente uno straordinario attrattore per i grandi eventi internazionali. Un progetto molto complesso ed ambizioso, che stiamo portando a compimento, per rendere Roma capitale del turismo congressuale”.

“La Nuvola – ha inoltre dichiarato l’Architetto Massimiliano Fuksas in un messaggio lasciato per l’occasione – anticipa il futuro contenitore di eventi oramai conosciuto da tutti; la sua immagine è divenuta il simbolo dell’innovazione tecnologica e dello scambio di informazioni a livello globale”.

HTC One

HTC One

confronta modello

Ultime dal forum:

  • dal forum 01-01-1970 - 00:00