Samsung presenta Samsung Wallet, “liberamente” ispirato all’Apple Passbook

Lorenzo Delli

samsung_wallet

Durante una conferenza per sviluppatori al Mobile World Congress di oggi, Samsung ha presentato il nuovo servizio denominato Samsung Wallet. Sostanzialmente Wallet permette all’utenza di memorizzare dati quali biglietti per eventi, biglietti aerei o del treno, carte per l’affiliazione a club o a centri commerciali, coupon e quant’altro, tutte sempre disponibili per la consultazione e l’utilizzo.

Un’idea sicuramente utile, con l’unico problema di essere liberamente tratta da un applicativo che fa esattamente le medesime cose: stiamo parlando di Passbook di Apple, dedicato alla piattaforma iOS. Wallet offre notifiche push basate su orari e località in cui siamo (esattamente come Passbook) per avvisare l’utente ad esempio di particolare offerte per i membri o anche di biglietti in scadenza.

I cari sviluppatori potranno facilmente integrare i loro servizi con Wallet, per permettere di aggiungere pass e biglietti all’applicazione, ma ogni integrazione all’app dovrà essere sottomessa al giudizio di Samsung e approvata. Purtroppo al momento non sembra esserci alcun tipo di servizio basato su NFC, nonostante la recente partnership con Visa per la vendita di smartphone NFC dotati del nuovo servizio PayWave.

La compagnia durante il keynote ha mostrato alcune delle caratteristiche dell’applicazione; proprio dalla presentazione si è visto quanto anche l’interfaccia di utilizzo prendesse spunto a Passbook (a partire dall’icona dell’applicazione). I responsabili di Samsung, intervistati a riguardo dell’NFC, hanno dichiarato di non averlo incluso per via principalmente delle varie compagnie che preferiscono ancora i codici a barre (che saranno scansionabili anche dall’app) all’utilizzo del chip NFC, anche per via delle infrastrutture necessarie.

L'icona di Passbook e di Wallet a confronto

Wallet è al momento disponibile solo come preview per gli sviluppatori, che possono scaricare SDK e guida per le API sotto richiesta. L’app sarà disponibile in un futuro prossimo direttamente dall’app store di Samsung.

Al momento gli accordi commerciali prevedono partner statunitensi: non sappiamo quindi se tale servizio arriverà anche in Italia. Chissà che con il lancio del nuovo Samsung Galaxy IV la società coreana non decida di lanciare il nuovo servizio insieme al nuovo smartphone di punta. Come al solito, staremo a vedere. Di seguito trovate un brevissimo video che mostra l’app all’opera.

Fonte: Fonte
MWCMWC 2013video