heat2

[SounDroid] Heat, un nuovo synth per Android con integrazione VST per Windows

Nicola Randone -

Difficile per gli appassionati di home-recording e musicisti in genere non entusiasmarsi davanti ad un’applicazione di questa natura per dispositivi AndroidHeat infatti, oltre ad essere un sintetizzatore con possibilità di personalizzazione del suono molto interessanti, integra anche funzionalità di controller tramite un apposito plugin che possiamo installare sul nostro sequencer.

Vediamolo nel dettaglio.

Innanzitutto la parte “synth” è dotata di innumerevoli funzioni di controllo: OSC, VCF, ENV, LFO, MOD FX, ARP, queste tutte le sezioni disponibili per personalizzare il nostro suono e poi condividerlo nella sezione Collaborative Preset Manager che, oltre a servire alla nostra organizzazione dei suoni, può anche essere utilizzato (se vogliamo) da altri utenti sparsi nel mondo che utilizzano l’applicazione e che a loro volta condividono i propri risultati.

La tastiera virtuale ci permette di suonare le sette note e relative alterazioni e spostarci facilmente fra le ottave con un semplice touch, ma la novità assoluta sta nella possibilità di controllare il proprio sequencer tramite l’apposito plugin disponibile sia per la versione Demo che per la versione Pro dell’applicazione. L’integrazione col sequencer avviene tramite Wi-Fi e solo su sistemi Windows. Per avviare la sincronizzazione è sufficiente selezionare la sezione “Processing Mode” -> “As GUI Controller for VST Plugin“. Da questo momento in poi oltre a controllare i parametri del plugin, possiamo anche inviare eventi MIDI tramite la tastiera virtuale del nostro dispositivo Android.

La versione DEMO, di cui vi proponiamo il link in basso, funziona in tutto e per tutto eccetto che per il salvataggio dei suoni, per sbloccare la funzionalità sarà necessario acquistare la versione PRO al prezzo di circa 3€.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito ufficiale degli sviluppatori.

Get it on Google Play

Fonte: Fonte
soundroidvideo