Google-Plus-Logo-650x318

I segreti all’interno delle ultime versioni di Google Plus

Lorenzo Quiroli -

Nelle ultime settimane Google Plus per Android ha ricevuto due aggiornamenti, il primo volto ad aggiungere una barra delle notifiche (datato 30 gennaio, versione 3.5.0.41809231), mentre il secondo, arrivato poco dopo l’update di Google Search, era dedito alla sola risoluzione di alcuni problemi di minore importanza (datato 13 febbraio, versione 3.5.3.42448346).

Come al solito Ron Amadeo di AndroidPolice ha scavato nei due apk alla ricerca di quei cambiamenti che non compaiono nei changelog ma che spesso sono indizi di ciò che potremo vedere nei prossimi aggiornamenti. Le novità trovate sono sostanzialmente due: il primo indizio viene da una porzione di testo presente nella versione del 30 gennaio, prontamente rimosso nella successiva:

<string name=”apps_preference_manage_apps_button”>Manage Apps</string>
<string name=”apps_preference_manage_apps_summary”>Manage the apps you have signed in to with Google, including who can see app activities on Google.</string>

Il secondo indizio invece è una nuova icona presente con la stessa denominazione di quelle che compaiono già nella barra laterale:

ic_nav

Unendo i due indizi potreste pensare ad una futura implementazione simile a quella che vedete qui sotto:

plus-menu-fake

In realtà non sarà così: l’icona appartiene alla barra laterale, ma il testo “Manage Apps” (che in italiano potrebbe essere “Gestisci le Applicazioni”) appartiene alle impostazioni, per un motivo che ora vi illustreremo:

<string name=”home_stream_label”>Home</string>
<string name=”home_screen_profile_label”>Profile</string>
<string name=”home_screen_huddle_label”>Messenger</string>
<string name=”home_screen_people_label”>Find people</string>
<string name=”home_screen_squares_label”>Communities</string>
<string name=”home_screen_photos_label”>Photos</string>
<string name=”home_screen_hangout_label”>Hangouts</string>
<string name=”home_screen_events_label”>Events</string>
<string name=”home_screen_local_label”>Local</string>
<string name=”search_activity_label”>Search</string>

Queste stringhe definiscono il nome dei vari elementi della barra laterale, e come vedere, tutti contengono la parola “label” e quasi tutta la parola “home”; diamo nuovamente un’occhiata alle stringhe che vi abbiamo mostrato ad inizio articolo:

<string name=”apps_preference_manage_apps_button”>Manage Apps</string>
<string name=”apps_preference_manage_apps_summary”>Manage the apps you have signed in to with Google, including who can see app activities on Google.</string>

Si può notare facilmente come siano del tutto differenti da quelle precedenti, anzi, la denominazione “apps_preference” suggerisce la sua presenza nelle impostazioni:

manage-app-setting

E l’icona che vi abbiamo mostrato in precedenza? La posizione dell’icona è sulla barra laterale, semplicemente al momento non c’è un testo da affiancare a quell’icona, testo che verrà aggiunto prossimamente:

icon-app-gplus

Ora che abbiamo finito di vedere le possibili e probabili implementazioni, cerchiamo di capire cosa siano queste applicazioni che è possibile gestire all’interno di Google Plus: probabilmente il riferimento è alla Google+ History API, che consente alle applicazioni di pubblicare sul nostro profilo Plus se noi acconsentiamo, un po’ come già succede su Facebook (sempre secondo lo sviluppatore però questa possibilità sarebbe molto meno invasiva che su Facebook, rimanendo separata dal profilo in modo da non riempire le bacheche di spam).

Vi lasciamo quindi con una breve galleria di questa sezione history (su PC, non abbiamo idea di come sarà su Android), fornita dallo sviluppatore Matthew Garbett che ha pubblicato queste immagini:

Fonte: Fonte