Archos-smartphone-mockup

Archos si prepara per il suo primo smartphone Android. Anzi per tre. (e per un tablet da 11,6”)

Nicola Ligas -

Il nome Archos in ambito Android evocherà senz’altro nella vostra mente l’immagine di un qualche tablet, ma difficilmente la assocerete a quella di uno smartphone. Almeno fino ad oggi. Le cose potrebbero infatti cambiare nel prossimo futuro, ma chiariamo subito che quello che vedete qui sopra è solo un mockup, non un telefono reale, e il design degli ipotetici smartphone di Archos potrebbe benissimo essere (anzi sarà) tutt’altro. Parliamo infatti di ben tre modelli diversi, tutti particolarmente attenti a non svuotarci il portafogli, come da tradizione dell’azienda.

Iniziamo con Archos 35 Carbon, il più piccolo della serie, dotato di un display da 3,5 pollici a 320 × 480, con processore single-core a 1 GHz, 512 MB di RAM, 512 MB di memoria interna (per quanto sia un modello economico, speriamo in un errore) espandibile con microSD, supporto dual-SIM support, e batteria da 1.500 mAh. Basato su Android 4.0 Ice Cream Sandwich, dovrebbe arrivare ad aprile per soli 90€.

Passiamo poi all’Archos 48 Platinum, un ben più generoso 4,8 pollici IPS a risoluzione HD (1280 × 800), con CPU MediaTek MT6589 quad-core a 1,7 GHz, forse anche LTE (il SoC lo supporta, ma non è detto venga incluso), Wi-Fi, Bluetooth 4.0, GPS, e radio FM radio. Basato su Android 4.1 Jelly Bean, dovrebbe arrivare in maggio per 249€.

Archos 52 Titanium è infine il più grande dei tre, offrendo una diagonale da ben 5,2 pollici ma purtroppo solo a risoluzione WVGA (480 × 800). Il processore sarà invece un dual-core a 1,2 GHz con 512 MB di RAM, e 4 GB di storage, accompagnati da una fotocamera posteriore da 5 megapixel e da una batteria da 2.200 mAh. Basato (nuovamente: purtroppo) su Android 4.0 Ice Cream Sandwich, questo modello dovrebbe arrivare ad aprile ad un prezzo ancora ignoto.

Potevamo però parlare di Archos senza menzionare un tablet? Ecco quindi che arriva il 116 Platinum, un 11,6 pollici, come suggerisce il nome, di risoluzione ignota ma superiore a 1280 × 800 (magari full HD) ed equipaggiato con un processore quad-core a 1,2 GHz con GPU ad 8-core, 2 GB di RAM, 8 GB di memoria interna, e con Android 4.1 Jelly Bean. Prezzo di 349€ e disponibilità a partire dal mese di maggio.

Tenete presente che non si tratta di comunicati ufficiali (ma qualcosa di vero c’è) e che le specifiche potrebbero cambiare. Detto questo, si tratta di un report così accurato che difficilmente ce lo immaginiamo completamente errato e in fondo il passaggio al segmento smartphone era forse davvero solo una questione di tempo per Archos, che avrebbe dalla sua la buona esperienza maturata in ambito tablet. Di certo il 35 Carbon sarebbe un aggressivo entry-level, mentre il 48 Platinum potrebbe dare molto filo da torcere nella fascia media. Più difficile esprimersi positivamente sul 52 Titanium, principalmente per la bassa risoluzione in rapporto alle dimensioni, e sul 116 Platinum, del quale saremmo curiosi di conoscere peso e dimensioni precise. Voi vedreste di buon occhio questi nuovi modelli?

Via: Via