Google potrebbe guadagnare fino a 5 miliardi di dollari dalla pubblicità su tablet nel 2013

Nicola Randone

google_shopping_results[1]

Sappiamo tutti molto bene che la maggior parte degli introiti di Google derivano dalla pubblicità. Pensate che solo l’ultimo trimestre del 2012 ha fatto segnare il 94% delle entrate accanto alla voce “ADS“.

La novità di quest’ultimo anno sta nel fatto che, a differenza di quelli passati, buona parte degli annunci sono stati visualizzati sui tablet. Una stima di Marin Software prevede che Google guadagnerà 5 miliardi di dollari nel 2013 per la pubblicità su quest’ultima tipologia di dispositivi. Oltre ad aver guardato i numeri, Marin deduce quanto detto anche dagli interventi di Google che, la scorsa settimana, ha introdotto una modifica al suo sistema pubblicitario creando una ulteriore distinzione tra Desktop, Mobile e Tablet (prima di qualche settimana fa gli ultimi due erano accorpati alla semplice voce Mobile).

In effetti, nel 2012, l’efficacia della pubblicità sui tablet è salita del 31% e, alla fine dell’anno, i tassi di conversione sono stati del 3.3%, mentre quelli sul desktop del 3.9%. Sicuramente BigG ritiene che, per la fine del 2013, i guadagni sulla pubblicità  tra PC e Tablet saranno identici.

Una cosa è certa, il fatto che Google sia il motore di ricerca predefinito di molti dispositivi (iOS compreso), rende piuttosto scontati questi dati e ci porta a considerare come da sempre la filosofia del “gratuito” sia stata per i ragazzi di Mountain View la ragione prima del loro grande successo… ed è un bene che sia stato così, in caso contrario molto probabilmente non avremo Android, nè Drive, nè un motore di ricerca affidabile e via discorrendo.

Fonte: Fonte