real racing 3

Ecco come sarà il free to Play in Real Racing 3

Nicola Ligas

Real Racing 3 sarà un gioco che farà del realismo un suo punto cardinale: non solo realismo alla guida, ma anche negli eventuali danni che potremmo arrecare al nostro veicolo, che si ripercuoteranno sia a livello estetico che sulle performance dell’auto, che varieranno in base al tipo e all’entità dell’urto subito. Inutile dirlo: per riparare l’auto ci vorrà del denaro, ed è qui che entrerà in gioco il meccanismo free to play, ma in un modo lievemente diverso da quello che potreste aspettarvi.

Ovviamente riparare i danni al nostro veicolo ci costerà un certo ammontare del denaro di gioco, che potremo ottenerne vincendo le varie gare (sembra che questo sia l’unico modo: non dovrebbero essere acquistabili con denaro vero, anche se non è detta l’ultima parola); ma c’è dell’altro. Le riparazioni richiederanno anche tempo: si va da pochi minuti per cambiare le luci di posizione, a 3 ore per la sostituzione di un motore; cosa potremmo dunque fare se non volessimo aspettare tanto? Sborsare i Gold Coin, una moneta speciale che riceveremo sempre giocando, ma in quantità molto limitata: ed è qui che entra in gioco il denaro vero. Potremo infatti scambiare i nostri reali euro, con dei virtuali Gold Coin, allo scopo di non dover attendere ore per riavere il nostro veicolo al massimo della forma. C’è però da dire che progredendo nel gioco e ampliando il nostro parco macchine, tutto questo diventerà meno frustrante, perché mentre un’auto sarà in riparazione, potremo comunque pilotarne un’altra. C’è comunque ancora dell’altro.

Anche sbloccare nuovi veicoli o installare un power up richiederà sempre più tempo con l’aumentare delle loro potenzialità, tempo che potremo sempre ridurre con altri Gold Coin. EA ha insomma promesso che non ci saranno parti del gioco inaccessibili a chi non voglia spendere, solo che ci vorranno tempo e pazienza. Molti, all’occorrenza.

È difficile esprimere un giudizio oggettivo adesso, senza aver concretamente provato il gioco: da una parte l’escamotage del tempo di attesa ci costringerà ad una maggiore prudenza alla guida, soprattutto se non vorremo investire denaro nell’acquisto dei Gold Coin, dall’altro la bellezza di questo tipo di giochi è proprio il lasciarsi un po’ andare, e dover aspettare ore tra una gara e l’altra non è certo la più stimolante delle prospettive, e potrebbe portarci ad un abbandono repentino. Oppure ad un altrettanto celere acquisto del denaro di gioco, e di certo è questo che si augura EA.

Se tutto questo vi avesse un po’ delusi, vi lasciamo nuovamente il video hands-on del gioco su Android, che farà senz’altro ri-aumentare la salivazione.

Fonte: Fonte
video