wine

Wine per Android prossimamente sui nostri touchscreen

Roberto Orgiu -

In questi giorni, a Bruxelles si sta svolgendo il FOSDEM (Free and Open Source Developers’ European Meeting) e proprio durante questo congresso, Alexandre Julliard ha rivelato (e mostrato) una early release di Wine, il celebre software diventato ormai praticamente una pietra miliare del mondo Linux, anche per il sistema operativo di Google.

Questo programma, per chi non lo conoscesse, si occupa di creare un livello di compatibilità tra il sistema operativo e gli applicativi, in modo da permettere ai programmi compilati per Windows di funzionare anche su macchine su cui è installato, ad esempio, Ubuntu, ma non possiamo scambiarlo per un emulatore (il suo acronimo ricorsivo lo ribadisce).

Lo sviluppatore ha mostrato infatti sul suo Mac, attraverso una macchina virtuale con Android a bordo, i primi passi dell’applicazione che, benché funzionante, è ancora troppo lenta e instabile per un rilascio al pubblico. Alexandre ha inoltre specificato che non c’è un timeframe per  l’uscita del prodotto, ma, se la piattaforma Intel x86 inizia a lavorare seriamente su Android, CodeWeavers (il maggiore sponsor di Wine) potrebbe essere incentivato ad investire maggiori risorse nello sviluppo.

Non ci resta quindi che attendere e fare il tifo per questo progetto che, insieme all’atteso arrivo di Microsoft Office (sperando in un buon prodotto), potrebbe davvero rivoluzionare l’ecosistema di Android.

Fonte: Fonte