carbon-backup

Carbon backup rilasciato ufficialmente su Google Play

Lorenzo Quiroli -

Vi abbiamo già parlato più di una volta di Carbon, una applicazione per il backup (da non confondersi con l’omonimo client per Twitter in arrivo) che ha il pregio e la peculiarità di effettuare backup senza i permessi di root.

Se fino ad oggi abbiamo avuto solo l’occasione di provare solamente delle versioni beta, lo sviluppatore ha pubblicato da poco una prima versione definitiva su Google Play, purtroppo con funzionalità limitate rispetto alle precedenti beta, funzioni che potranno essere sbloccate pagando la licenza (non certo economica) di 3,71€.

Le funzionalità della versione gratuita si limitano al backup e rispristino su scheda sd o su PC, mentre acquistando la versione completa potrete anche allocare i vostri backup su servizi cloud come Dropbox, Drive o Box, sincronizzare i dati delle app tra diversi dispositivi (come Datasync, ma anche in questo caso senza i permessi di root), programmare i backup e inoltre verranno rimossi gli ads.

Precisiamo ancora che Carbon può funzionare sia con i permessi di root che senza: se li avete, basterà concederli per poter utilizzare l’app, ma se non li avete la procedura sarà leggermente più difficoltosa: innanzitutto avrete bisogno dei driver adb per il vostro dispositivo, reperibili qui, e una volta installati potrete utilizzare il software per PC (o per Mac) che, collegando il vostro dispositivo Android, abiliterà le funzioni di backup. L’abilitazione andrà rifatta se per caso doveste spegnere il vostro telefono, il che rende la procedura un po’ macchinosa ma in fondo è l’unico modo per avere al momento la possibilità di eseguire e ripristinare backup dei dati senza i permessi di root.

L’applicazione al momento non è compatibile con i dispositivi marcati Motorola, a causa di un bug presente in questi smartphone. Detto questo, vi lasciamo i link di download sia della versione gratuita (a sinistra) che della licenza a pagamento (a destra), aspettando le vostre impressioni nei commenti.

Aggiornamento: sembra esserci un problema nell’abilitazione via software per pc per gli utenti senza root, lo sviluppatore ha dichiarato che ha già rilasciato un aggiornamento che dovrebbe risolvere il problema, e che sarà quindi disponibile tra poche ore.

Aggiornamento 2: l’update che abbiamo citato qui sopra è già disponibile su Google Play e dovrebbe risolvere i problemi per gli utenti senza root.

Get it on Google PlayGet it on Google Play