oppo find 5 (5)

Uno sguardo approfondito ad Oppo Find 5 (con foto e video)

Nicola Ligas -

I colleghi di Mobile Review sono riusciti a mettere le mani su un prototipo di Oppo Find 5, il primo modello dell’azienda orientale che potrà godere di un lancio globale nei prossimi mesi, e che pertanto è atteso anche qui da noi. Nonostante si tratti di una versione non ancora definitiva del telefono, possiamo comunque farci un’idea delle sue linee, della sua interfaccia e della qualità di schermo e fotocamera, e dobbiamo dire che lo smartphone di Oppo sembra avere tutte le carte in regola per competere con i grandi.

Nella confezione troveremo il Find 5, caricabatterie con cavo USB separabile, manuali e auricolari: ci verrebbe da dire “il minimo sindacale”, ma cuffie e manualistica stanno diventando sempre meno scontati, quindi pollice su per Oppo che per adesso non vi rinuncia.

Le dimensioni sono nella media dei 5” (141,8 x 68,8 x 8,9 mm) mentre il peso arriva a 146 grammi. Il grip è buono e la solidità anche, garantita dal Gorilla Glass 2 anteriore e da una cover posteriore rinforzata in fibre metalliche; il corpo però non è unibody (vedi immagini) sebbene la cover posteriore non sia removibile. Come portabilità siamo praticamente a metà tra un Galaxy S III ed un Note II. La fotocamera frontale si trova nella parte superiore, assieme al sensore di luminosità e al LED di notifica. Sul fianco sinistro troviamo lo slot per micro SIM, appena sotto al pulsante di accensione, mentre a destra c’è il bilanciere del volume. La microUSB è posta in basso, e sul tetro abbiamo la fotocamera da 13 megapixel con LED flash in alto, e i fori dello speaker in basso. Find 5 sarà disponibile sia bianco che nero.

Il display è forse uno dei maggiori punti di forza di questo modello: parliamo di un 5 pollici a risoluzione 1080 x 1920 pixel, con 441 ppi, in grado di riprodurre i colori molto fedelmente, ma non aspettatevi il contrasto di un AMOLED perché rimarrete delusi. Pubblichiamo alcune foto di un confronto con Galaxy S III (in alto), ma tenete conto che si tratta appunto di immagini e che dal vivo l’effetto non è così netto.

La batteria ha una capacità di 2.500 mAh e secondo il produttore dovrebbe fornire 350 ore in standby GSM (400 3G), e fino a 550 minuti di conversazione in GSM (450 minuti in 3G). Il processore Qualcomm APQ8064 è comunque piuttosto esigente, e stando alle misurazioni di Mobile Reviewl’autonomia si assesta su 4,5 ore di gioco, circa 5-6 ore di riproduzione video non convertito, e circa 27 ore di musica.

I benchmark sono comunque in linea (forse giusto un pelo inferiori) con prodotti dotati del medesimo SoC (Nexus 4, Padfone 2, ecc.) e si assestano intorno ai 18.000 punti AnTuTu.

La fotocamera è invece dotata di un sensore da 13 megapixel a marchio Sony, che dovrebbe essere equivalente a quelli della penultima generazione di smartphone Xperia (T, V ecc.). In pratica però, l’algoritmo di elaborazione di immagini e video, nonché le capacità ausiliarie della fotocamera sono molto diverse, quindi anche il risultato finale non è identico. Strano a dirsi però, ma la cosa sembra andare più a vantaggio di Find 5 che non di Sony. La stessa cosa non vale però per l’audio nei video, sebbene sia opportuno ricordare che parliamo di un prototipo. Di seguito vi lasciamo un paio di sample da scaricare, mentre la galleria mostra alcuni scatti di Oppo Find 5 a sinistra e di Sony Xperia V a destra. Per ammirarne altri ancora, vi invitiamo a cliccare sul link alla fonte.

Un capitolo importante riguarda la personalizzazione software: la versione di Android presente è la 4.1.1, ma l’impronta di Oppo sul sistema operativo è pesante, e passa non solo per un restyling grafico di tutte le icone e di tutti i menu, ma anche per l’aggiunta di numerose funzionalità. È un lavoro corposo insomma quello fatto dal produttore su Android, cosa non scontata da un’azienda che non si chiama Samsung o HTC. Da notare ad esempio che nel gestore delle applicazioni è possibile specificare per ciascun programma se e può essere eseguito in background. E notevole anche il lato multimediale, con un ottimo player video che integra la tecnologia Dolby Mobile e che può essere ridotto a finestra flottoante in pieno stile pop-up-play, e con un altrettanto valido lettore musicale che è molto curato e integra il supporto ai testi, se presenti nel file. Resta ovviamente da vedere se e quanto di tutto questo rimarrà nella versione internazionale dello smartphone.

Per concludere vi lasciamo con un video di Oppo Find 5, che vi consentirà quantomeno di vederlo da ogni angolatura e di poter apprezzare “dal vivo” molte delle cose che abbiamo già detto. A questo punto speriamo solo che la prossima volta avremo lo smartphone tra le nostre mani per delle impressioni più personali. Il suo arrivo è infatti atteso questa primavera, ad un prezzo che dovrebbe (non confermato) aggirarsi sui 500€ per la versione da 16 GB di memoria interna.

Fonte: Fonte
Oppo Find 5

Oppo Find 5

confronta modello

Ultime dal forum:

  • dal forum 01-01-1970 - 00:00
anteprimavideo