Ekoore Pike v2, la recensione completa

Emanuele Cisotti

pike-orizzontale

Avevamo già recensito Ekoore Pike nelle nostre pagine? Sì, ma adesso il prodotto è stato rinnovato parzialmente nell’hardware e durante lo scorso mese (sì, scusateci per il ritardo) lo abbiamo nuovamente provato a fondo (oltre al fatto che la versione che mostriamo oggi è quella da 7 pollici e non quella da 10). La sua caratteristica principale? Il prezzo, ma andiamo per punti.

Costruzione ed ergonomia

Se in mano il tablet risulta molto pratico e abbastanza leggero da sorreggere, i materiali non sono di altissima qualità e le plastiche sono molto leggere. In ogni caso la costruzione non sembra esserne particolarmente penalizzata e non ci sono problemi di assemblaggio da segnalare. Come tutte le tavolette da 7 pollici, l’ingombro è perfetto per essere portato sempre con noi.

7

Hardware

L’hardware di questo Ekoore Pike è stato rinnovato sotto un preciso punto di vista: il processore. Questo è passato da un processore a 1,2 GHz a un nuovo Cortex A9 a 1,5 GHz con GPU Mali 400. Le altre caratteristiche sono rimaste invariate: 4 GB di memoria interna, 512 MB di RAM e tutta la connettività che ha sempre contraddistinto i prodotti Ekoore. Troviamo infatti l’uscita HDMI, l’ingresso USB e l’ingresso miniUSB (purtroppo non microUSB). La ricarica però avviene tramite l’alimentatore proprietario incluso nella confezione. La porta USB funge anche da connettore per chiavette dati UMTS di marca Huawei e ZTE (la lista della compatibilità è presente sul sito del produttore).

7

Display

Lo schermo da 7 pollici ha purtroppo una risoluzione di soli 480 x 800 pixel. L’angolo di visione è poi molto basso, rendendo difficile visualizzare le immagini ad angolazioni diverse da quella perpendicolare. Alla pressione della cover sul retro poi non è impossibile assistere alla creazione di aloni sul display (ovviamente non persistenti). Nel complesso, benché la scelta sia comprensibile visto il prezzo molto contenuto, lo schermo è sicuramente il tallone d’Achille di questo tablet.

5

Software

Android è aggiornato alla versione 4.0 di Android e probabilmente non riceverà nessun aggiornamento. Il sistema è comunque sufficientemente fluido per un utilizzo quotidiano soddisfacente. All’interno troviamo anche delle piccole applicazioni, MyPhoto, MyMusic, MyRecorder e MyVideo, che ci permettono ad accedere a tutti i nostri file, anche quelli nella memoria microSD o USB. Presente anche il Play Store, considerazione non scontata sui tablet economici.

Software: Browser

La navigazione web, anche grazie al nuovo processore, offre un’esperienza più che soddisfacente per il tipo di prodotto considerato.

Software: Multimedia

Benché le applicazioni non siano particolarmente curate, il lato multimediale dei tablet Ekoore è sempre eccelso, in particolar modo per la riproduzione video. Anche su Pike 7″ infatti i video in mkv girano in modo fluido e senza problemi.

7

Autonomia

L’autonomia supera la giornata lavorativa con buono scarto con un uso medio.

7

Prezzo

Il prezzo di Ekoore Pike è il vero punto di svolta di questo prodotto: 99€. Ad oggi questo è uno dei prezzi più bassi del mercato tablet Android (equiparato solo da alcuni prodotti brandizzati dalle grandi catene di elettronica). Quasi impossibile trovare di meglio a questo prezzo, anche se per un centinaio di euro in più possiamo acquistare un Nexus 7, che però in questo caso si tratterebbe di un investimento del ben il 100% in più.

9

Giudizio Finale

Se avete 100€ da spendere in un tablet (e non di più), questo Ekoore Pike non vi deluderà, in particolar modo per la presenza del Play Store, della connessione USB e della riproduzione di ogni tipo di filmato. Lo schermo è sicuramente di bassa qualità, ma è un punto su cui probabilmente, visto il prezzo, sarete disposti a soprassedere.

Voto: 6,8

In sintesi: Pro

  • Prezzo stracciato
  • Supporto a accessori USB
  • Supporto ai video mkv (anche full HD)
  • Memoria espandibile

In sintesi: Contro

  • Bassa risoluzione
  • Scarsa luminosità
  • Volume sotto la media
  • Software non aggiornabile

Videorecensione

Recensionevideo