bbk

BBK presenta un Media Player Android con BitTorrent

Nicola Randone -

BBK BitTorrent Certified Box è un nuovo curioso Media Player prodotto da BBK, un’azienda che ha partecipato al programma di certificazione BitTorrent e che, in partnership con BOL (azienda a cui risulta intestato il nome a dominio e di cui non si sa praticamente nulla), vende il prodotto a circa 90€ solo in Europa.

Difficile nascondere i propri dubbi su questa notizia, sul sito ufficiale non appare alcun tipo di recapito, solo un indirizzo e-mail al supporto tecnico che, per quanto ci riguarda, potrebbe anche operare da un remota isola lontana da qualsiasi giurisdizione. Fatto sta che i ragazzi di TorrentFreak hanno annunciato la notizia sul loro sito e, salvo ingenuità da parte nostra, c’è da aspettarsi che qualcuno l’abbia provato, prima di invitare i propri utenti ad acquistarlo.

Mettiamo da parte quindi l’ipotesi che sia una bufala per fregare da soldi e consideriamo la possibilità che per la natura di questo prodotto, che sicuramente calpesta qualsiasi legge legata al diritto d’autore, sia i venditori che i produttori preferiscano restare nell’ombra per evitare di finire in manette come altri loro colleghi.

Dopo la doverosa premessa, vediamo cos’è questo box e per quale motivo molti lo chiamano già la TV PIRATA.

Innanzitutto si tratta di un Media Player HD con porta HDMI, WiFi e USB 2.0. Tra i formati supportati dal software troviamo: MPEG 1/2/4 (MPEG 4 Part 2), H.264, VC-1, H.263, VP6 (640 x 480), Xvid, RMVB 8/9/10, RM, WMV (V9), AVI, TS, M2TS, TP, TRP, ISO, VOB, DAT, MP4, MPEG, MPG, MOV(MPEG 4, H.264), ASF, FLV (640 x 480), MKV, M4V.

La presenza di Android 4.0.4 a bordo con relativo Google Play Store ci fa pensare ad una GoogleTV ed in effetti, nelle specifiche tecniche, gli stessi produttori definiscono il prodotto un Android GoogleTV box. Non abbiamo molti elementi per smentire questa affermazione considerata l’assenza di qualsiasi notizia “ufficiale” sull’argomento, pertanto prendiamo per buono quanto dichiarato dall’azienda.

Visto che ne abbiamo accennato, vediamo nel dettaglio le caratteristiche tecniche del box:

  • RAM DDR3: 512 MB
  • Flash: 4 GB
  • Memoria esterna: 3 In 1 Card Reader
  • Applicazioni preinstallate: Google Play Store, Google Search, Web Browser, Clock, E-mail, DVB Player, File Browser, Music Player, BitTorrent
  • Video Player: Supporto a MPEG 1, 2, 4, VC-1, H264 con risoluzione fino a 1920 x 1080 pixels; Aspect Ratios: 4:3, 16:9, Letterbox
  • Connettori: RCA, RJ45, HDMI, 3 USB 2.0, 1 Mini-USB OTG, Card Slot: 1 SD, MMC e MS combo
  • Interfacce di rete: Ethernet e WiFi
  • Alimentazione: Input: 100 – 240 Volt ~ 50/60 Hz 0.2 Amp; Consumo: 5 Watts – Standby: 1 Watt

Insieme all’apparecchio viene anche fornito un telecomando per il controllo remoto delle funzioni.

Se ci fermassimo a quanto detto, non ci allontaneremo dal concetto di Media Player tradizionale, sicuramente a buon mercato, che tuttavia non giustificherebbe l’alone di mistero che ruota intorno ai suoi produttori.

Ciò che fa del box un prodotto interessante, almeno per chi non ama affittare i film in videoteca, è la presenza di BitTorrent che, come molti di voi sicuramente sanno, è un noto e popolare client per il download di file torrent che ad oggi è considerato uno dei metodi più efficienti per scaricare film e musica illegalmente.

Dall’applicazione proprietaria pre-installata sul nostro robottino verde, gli utenti del box potranno infatti cercare, scaricare e poi vedere sul televisore tutti i contenuti disponibili su torrent.

Le funzionalità dell’apparecchio non si fermano qui, l’applicazione EShare infatti, installabile su qualsiasi dispositivo Android, permette di visualizzare sul televisore, tramite il box, qualsiasi contenuto del proprio dispositivo tramite lo standard DLNA.

I produttori hanno pubblicato sul sito ufficiale due video dimostrativi dell’applicazione che vi proponiamo in basso.

In conclusione un prodotto interessante sul quale però non ci pronunciamo riguardo l’affidabilità per la totale assenza in rete di utenti che lo hanno acquistato e provato; anche la sua apparizione al CES 2013 sembra non aver avuto conferme ufficiali, se non lapidari comunicati su siti non collegati direttamente all’evento.

Sarà una bufala, oppure questa gente ha così tanta paura del linciaggio da parte delle major da sacrificare la propria immagine a scapito delle vendite?

Fateci sapere la vostra opinione e, se lo acquistate, non mancate di segnalarci la vostra esperienza.

Grazie a Luca per la segnalazione