project shield most wanted

Alla nVidia non riescono a smettere di giocare con Shield

Nicola Ligas

Le mani che intravedete qui sopra appartengono a Ujesh Desai, vice presidente del corporate marketing di Nvidia, che a quanto pare non riesce a prendersi un break da Project Shield. Beato lui, significa che ha un sacco di tempo libero!

Ironia a parte, è con un breve post sul blog dell’azienda che il chip maker continua a far parlare della sua console, esaltandone la semplicità e anche la “familiarità“, dato che è dotata di un controller affine ai molti che già conoscerete, e che gira con il più popolare OS mobile al mondo.

Ma Project Shield non è solo gaming Android (il che già di per sé non è poco) ma è in grado di ricevere giochi in streaming da PC (solo su catalogo Steam), come il Need For Speed Most Wanted dell’immagine.

Ovviamente l’accesso a Google Play consente di scegliere tra i moltissimi titoli a disposizione del robottino, raccolti in quel TegraZone che nVidia definisce un “mobile app store” (l’ultima volta che abbiamo controllato non si trattava di uno store vero e proprio). Definizioni a parte, Project Shield è stato senz’altro il dispositivo più inatteso del CES (non c’era stata alcuna fuga di notizie al riguardo) e quindi quello sul quale si concentrano molte delle attuali domande, a partire dal prezzo, che probabilmente condizionerà tutto il resto. Per adesso accontentiamoci di guardarla nell’ennesimo video, questa volta “casalingo”.

Fonte: Fonte
NVIDIAvideo