Da Fitbit arriva Flex, l’activity tracker bluetooth con una spiccata tendenza social

Andrea Bordin -

Fitbit Flex

Finalmente i gadget, che siano ludici, inutili o per il fitness (come in questo caso) sono spesso realizzati per Android o anche per Android, grazie sopratutto alla sua diffusione. Fitbit produce una serie di prodotti legati al tracking di movimento e peso come tracker e bilance; per tutti questi dispositivi esiste la possibilità di caricarne i relativi dati sul proprio profilo e monitorare i vari progressi, condividendoli con gli amici che utilizzano questo fitness tracker, al fine di confrontarsi e stimolarsi a vicenda.

L’ultimo arrivato si chiama Flex e, per la sua connettività (bluetooth 4.0) si pone come il modello di riferimento per i device Android più recenti (è comunque possibile caricare i dati tramite PC). Non si tratta di un semplice contapassi, oltre alla nostre camminate/corse può monitorare i piani di scale percorsi, le calorie consumate (ovviamente siamo nel campo delle stime) e le ore di sonno.

Non ha display di sorta, è provvisto invece di cinque led affiancati, che si andranno a illuminare (a scaglioni del 20%) in funzione dei nostri progressi rispetto all’obiettivo giornaliero fissato; per quanto riguarda l’autonomia ha una durata stimata tra i cinque e i sette giorni. Gli appassionati sportivi che desiderassero questo “braccialetto elettronico” dovranno aspettare la primavera per averlo, il pre-ordine (a 99$) invece è già disponibile sul sito del produttore.

Fonte: Fonte
CESCES 2013fitbit