nVidia Tegra 4 ufficiale, quad core e 72 GPU (foto e video)

Emanuele Cisotti -

DSC03263

Tegra 4 è ufficiale. Si tratta proprio del processore quad core e 72 processori grafici che era trapelato tempo fa (lo stesso CEO ha ironizzato sul fatto che questo è stato il segreto meno segreto di tutti i tempi). Benché manchino ancora molti dettagli tecnici che possono fare la differenza su un hardware simile, è impossibile negare come questo System-On-A-Chip sia ancora una volta una piccola rivoluzione.

Si è voluto così dimostrare come, nonostante giochi ottimi e prestazioni eccellenti, si possa ancora migliorare e come questo Tegra 4 sia proprio il degno successore del precedente SOC quad-core. La procedura costruttiva dovrebbe essere a 28nm (nessuna conferma ufficiale) e secondo Jen-Hsun Huang questo è il processore mobile più potente mai realizzato.

nVidia ha voluto dimostrare poi come questo Tegra 4 abbia reso l’esperienza dei videogiocatori ancora più intensa, mostrando una demo del prossimo Dead Trigger 2.

Come detto però, non solo giochi, ma anche utilizzo giornaliero. Quanto impiega Tegra 4 rispetto alla concorrenza (preso in esempio il potentissimo dual core del Nexus 10) a caricare 25 pagine web differenti? 27 secondi, contro i 50 del tablet Google.

E infine nVidia ha voluto dimostrare durante la presentazione la potenza fotografia offerta da questo Tegra 4, concentrando su HDR. Si tratta, per chi non lo sapesse, di un processo che scatta foto a tre (o due) esposizioni differenti e le unisce via software per realizzare una sola immagine uniforme (le immagini, anche quelle realizzate male, sono di un iPhone 5), rendendole sempre perfette. Questo però, come detto, è un processo software realizzato su tre foto scattate in sequenza. Nel caso di soggetti in movimento o una mano poco ferma, il risultato sarà però scadente.

Questo Tegra 4 ha invece un layer di elaborazione dell’immagine dedicato ed è capace di scattare le foto con diverse esposizioni nello stesso istante. Si passa quindi dai 2 secondi di un iPhone 5 per realizzare una foto con HDR a 0,2 secondi con un processore Tegra 4. Essendo poi il sistema interamente hardware, non c’è bisogno di nessuna integrazione software su Android per utilizzare questo sistema.

CESCES 2013NVIDIAvideo