peter chou

Il CEO di HTC è ottimista per il 2013, a patto di investire di più sul marketing

Nicola Ligas -

Il 2012 non è stato un anno memorabile per HTC e i frequenti bilanci trimestrali in rosso ne sono stati l’amara evidenza. Solo verso fine anno si è registrata una certa flessione e il CEO dell’azienda, Peter Chou, si dice fiducioso che tale trend positivo continuerà nel 2013: “il peggio per HTC è probabilmente passato.”

È stata tutta colpa di un marketing inadeguato, almeno secondo Chou, se il 2012 è stato un anno tanto infausto: HTC deve essere più pronta a soddisfare le richieste del cliente e più flessibile. Pertanto l’azienda raddoppierà i suoi sforzi promozionali quest’anno e ci auguriamo sinceramente che gli sforzi del 2013 diano esiti migliori di quelli dell’anno passato. Non abbiamo infatti dimenticato simili proclami di questo stesso periodo dello scorso anno, nei quali HTC prometteva di ridurre la propria line-up, concentrarsi sulla qualità del prodotto (chi si ricorda di HTC Studio?) e sulla semplicità. Non stiamo esprimendo un giudizio in merito, non in questa sede almeno, ma constatiamo come i buoni propositi non siano una novità, al contrario degli effettivi risultati.

Auguri Mr. Chou, e auguri alla sua azienda. Non concludiamo con “ne avete bisogno”, più che altro per scaramanzia e affetto.

Fonte: Fonte
peter chou