droid dan morril (2)

Dan Morrill mostra le prime (inquietanti) mascotte di Android

Nicola Ligas -

Verde era verde (ma c’è anche rosso, blu e giallo), però più che la mascotte di un sistema operativo sembra uno dei personaggi di Futurama. Nel lontano 2007, all’epoca del lancio di Android, c’era grande agitazione in Google, tanto che probabilmente il “problema” di un simbolo, di una mascotte da associare all’OS non era uno dei più sentiti. Dan Morrill si prese così un po’ di tempo per lavorare con Inkscape e progettare quello che poi è internamente divenuto noto come Dandroid, l’androide che vedete raffigurato qui sopra e nella galleria a fine articolo. Doveva trattarsi di un lavoro a mero uso dei Googler, quindi non stupitevi troppo della sua originalità.

Per nostra fortuna è poi arrivato il lavoro di Irina Blok a rimpiazzare le originali creazioni di Dan, dando vita al Bugdroid che tutti ormai conosciamo. In ogni caso onore al merito di chi è arrivato prima, dato che Dandroid è in pratica la prima vera proposta di una mascotte per Android, e chissà, magari senza di lui o senza miss Irina, oggi avremmo un simbolo completamente diverso.

Ammirate dunque la galleria della “mascotte che non è stata”: ne siete grati o avreste preferito questa versione decisamente più alternativa dell’attuale?

Via: ViaFonte: Fonte
dan morrill