apple-notificatino-patent-650x442

Apple vuole brevettare il centro notifiche

Nicola Ligas

Apple ha “copiato” le notifiche di Android, o è il contrario? Se alla mela fosse concesso il brevetto che ha richiesto, potremmo assistere anche a questo piccolo paradosso spazio-temporale. Che le notifiche di iOS siano “ispirate” a quelle di Android è palese (e va anche bene per carità, non staremo qui a lamentarci di chi ha preso spunto da chi per far cosa), ma Cupertino vuole a quanto pare metterci il cappello sopra. Ma andiamo con ordine.

Nel 2009 Google richiese un brevetto per l’ormai celebre barra delle notifiche di Android. Qualche anno dopo Apple ha introdotto il suo “notification center” ed ora ha pensato bene di fare la stessa cosa: richiederne il brevetto.

Le notifiche di Android, sebbene si siano arricchite nel corso del tempo, sono rimaste praticamente le stesse, soprattutto nel metodo di utilizzo e interazione, ovvero uno swipe verso il basso a partire dalla status bar superiore. La versione di Apple si comporta sostanzialmente in maniera analoga, con ovvie differenze estetiche a parte, dovute per lo più alla presenza di piccoli widget al suo interno, e alla possibilità di ricevere anche notifiche pop-up.

Com’è quindi che due brevetti sostanzialmente assai simili potrebbero convivere non lo sappiamo (ma se già ora la soluzione della mela non viola quella di Mountain View, tutto è possibile), così come non è scontato che ciò sia il preludio ad una causa che avrebbe del ridicolo e che sinceramente non ci immaginiamo nemmeno tanto facilmente perseguibile, dato che le date dei brevetti sono tutte dalla parte di Google.

Nessun allarmismo insomma, al massimo la consolatoria constatazione che per una volta Apple è arrivata per seconda nella corsa al brevetto. E speriamo che questo sia davvero tutto ciò che ci sarà da dire al riguardo.

Fonte: Fonte
Applebrevetti