ubuntu-phones-640x301

Ulteriori novità su Ubuntu for Phones, presto su Galaxy Nexus

Nicola Ligas

L’OS per smartphone di Ubuntu, nonostante sia stato annunciato soltanto alle 19 di stasera, è rapidamente diventato la notizia del giorno, tanto che le voci al riguardo si stanno rincorrendo molto freneticamente. Abbiamo già realizzato un approfondito articolo al riguardo subito dopo la presentazione ufficiale, ma adesso che Canonical ha terminato la conferenza stampa sono emersi ulteriori dettagli, che qui vi riportiamo in modo da non appesantire l’altro articolo.

  • Come già sapevate, non sono state annunciate partnership né con produttori né con operatori di sorta, ma lo stesso fondatore di Canonical, Mark Shuttleworth, punta al rilascio di uno smartphone nell’ultimo trimestre del 2013 o nel primo del 2014.
  • Dato che Ubuntu è open source, un’immagine completa di Ubuntu che funzionerà anche su Galaxy Nexus sarà disponibile entro le prossime settimane.
  • Ubuntu 14.04 (che sarà rilasciata ad Aprile 2014) sarà un’unica immagine che girerà su telefoni, tablet e desktop.
  • Ubuntu per Android non è un progetto morto. Sempre Shuttleworth: “ci aspettiamo di vedere Ubuntu per Android sui primi dispositivi già nel 2013, e avrà un ciclo vitale di più anni. Permetterà a noi e ai nostri partner di preparare il terreno all’apertura del mercato dei superphone che diventano anche desktop quando in una dock, senza perdere alcune delle cose che stimate in Android stesso.”
  • Costruire un mercato per telefoni che diventano anche PC è stato “un processo lento e lungo perché è essenzialmente una categoria che oggi non esiste”.

Ubuntu per Android e Ubuntu for Phones intrecciano insomma il proprio cammino, col primo che dovrebbe fare da apripista al secondo, ma con quest’ultimo (a nostro parere) che calamiterà i maggiori sforzi di Canonical, che come avrete già letto nel precedente articolo ha creato un OS che si smarca in certi aspetti nettamente dal robottino. Sia nella conferenza stampa tenutasi oggi a Londra che al CES la prossima settimana, saranno mostrati dei prototipi funzionanti, ma è inutile dire che la promessa di quella “immagine per Galaxy Nexus” ha stuzzicato molto la nostra curiosità, e di certo non solo la nostra.

Speriamo solo che la promessa non si perda nel vento e che l’ambizioso progetto non resti confinato all’alone di miraggio che ancora oggi avvolge Ubuntu per Android. E chissà che in Motorola (e quindi da Google) non si stiano mangiando le mani adesso, per aver soppresso Webtop/Lapdock.

Fonte: Fonte
ubuntu