recensione_brondi_glory

Brondi Glory, la recensione completa

Emanuele Cisotti -

Anche Brondi, gloriosa azienda italiana di telefonia fissa (chi di voi non ha avuto un telefono Sirio a casa?), si è lanciata nel mondo della telefonia mobile e lo ha fatto anche con alcuni smartphone dual SIM Android, il cui capostipite è il Glory che oggi recensiamo.

Confezione

Nella confezione troviamo il manuale, le cuffie stereo standard (ovvero non in-ear), il cavo USB-microUSB e l’alimentatore italiano.

7

Costruzione ed ergonomia

Brondi Glory è probabilmente uno dei migliori dual SIM Android, almeno per quanto riguarda il lato costruttivo. Se da una parte in mano il telefono ha un peso consistente, ma questo contribuisce a dare al Glory una piacevole sensazione di solidità. La cover leggermente gommata (con una bella trama stampata sopra) si aggancia in modo molto solido al telefono e in generale non si ha la sensazione di avere un telefono economico in mano. Le dimensioni sono abbastanza generose, visto l’ampio schermo, ma si utilizza abbastanza agevolmente anche con una sola mano.

7

Hardware

Dal punto di vista hardware Glory non si discosta dai suoi fratelli simili con funzionalità dual SIM. Il processore è un dual core da 1 GHz, supportato da 1 GB di RAM (superiore quindi alla media) e da 2 GB di memoria interna. Non molto ampia quindi la memoria interna, ma espandibile comunque tramite microSD. La fotocamera è da ben 8 megapixel ed è anche presente una fotocamera frontale. La batteria è da 1600 mAh e sono presenti tutti i sensori e le connessioni più standard (WiFi, bluetooth e GPS). Come abbiamo detto questo è uno smartphone dual SIM e Brondi si vanta del fatto che questo sia un 3G+3G, ovvero entrambe le SIM possono usufruire della connettività UMTS, anche se purtroppo solo in modo alternato, rendendo di fatto poco utile questa funzione.

7

Schermo

Lo schermo è da ben 4,3 pollici e ha una risoluzione di 480 x 800 pixel, sufficiente ma non sicuramente fra i più definiti. Buona la luminosità, mentre display trattiene abbastanza le impronte digitali.

7

Software

Il software di Glory è Android Ice Cream Sandwich, solo lievemente personalizzata, con l’introduzione nella barra delle notifiche delle funzioni per il dual SIM e anche tutta una serie di utili toggle rapidi. Quasi nessuna alta modifiche o introduzione è stata apportata, se non nelle icone personalizzate.

Software: Browser

Il browser gira in modo abbastanza soddisfacente e pienamente nelle aspettative, rispetto all’hardware che abbiamo a disposizione.

Software: Multimedia

Nessuna sorpresa nella riproduzione video (i divx però si vedono correttamente), mentre per la musica abbiamo un player personalizzato da Brondi. Presente anche un registratore suoni.

7

Autonomia

Buona l’autonomia anche con due SIM, che però è comunque inferiore rispetto all’utilizzo con una sola SIM. Con un uso medio sarà possibile arrivare a sera, ma utilizzandolo un po’ più intensamente sarà necessario viaggiare con il caricabatteria.

7

Prezzo

Lo smartphone viene venduto a 249€, un prezzo abbastanza adeguato, ma che soffre un po’ della nuova concorrenza nel mondo dei dual SIM. Sicuramente un prezzo di 50€ inferiore sarebbe stato molto più interessante.

7

Giudizio Finale

Nel complesso Brondi Glory non vi deluderà se state cercando uno smartphone dual SIM affidabile e ben costruito. Purtroppo tutti gli smartphone dual SIM si posizionano nel complesso un gradino sotto gli smartphone canonici, ma in questa situazione non molto stimolante, Glory non sfigura assolutamente.

Voto: 7

In sintesi: Pro

  • 1 GB di RAM
  • Schermo di dimensioni generose
  • Memoria espandibile
  • Buona costruttività

In sintesi: Contro

  • Schermo non troppo definito
  • Solo 2 GB di memoria interna
  • Nessuna microSD inclusa
  • Icone troppo colorate

Videorecensione

Recensionevideo