multitasking

5 tra le migliori app per… il multitasking

Erika Gherardi -

Una delle funzioni più apprezzate degli ultimi dispositivi Samsung è probabilmente la possibilità di ridurre il video player e portarselo sostanzialmente a spasso per le varie schermate continuando a guardare il film che avevamo iniziato, ma senza rinunciare a fare dell’altro come leggere le mail, controllare i social network e così via. Oggi quindi vi consigliamo 5 tra le migliori app Android per un multitasking estremo sui vostri device.

Floating Note 2

Partiamo con una delle app più utili in assoluto, dal momento che, volenti o nolenti, il bisogno di prendere note e appunti veloci prima o poi coglie tutti. Una delle migliori nel suo genere è indubbiamente Floating Note, giunta alla sua seconda versione che finalmente integra l’Holo Theme. Il software permette di scrivere, modificare, rinominare e persino condividere le nostre note, senza risultare mai troppo invadente visto che possiamo ridimensionare la finestra, settarne la trasparenza o ridurla ad una piccola barra così da renderla ancora meno ingombrante quando non ci serve. Insomma, praticamente un must-have per gli amanti del multitasking.

Pro: comoda, veloce, intuitiva, buona grafica

Contro: costo superiore rispetto alla prima versione non giustificato

floating notes 2
FloatNSplit

Il prossimo software è dedicato ai più grandi tra i nostri terminali: i tablet. Si tratta di FloatNSplit, una tastiera fluttuante, dotata per altro di una buona capacità predittiva. Indubbiamente non è un’applicazione che brilla per la bellezza dell’interfaccia, ma risulta piuttosto comoda soprattutto su dispositivi da 10″. FloatNSplit è disponibile sia in versione di prova che ovviamente nella versione completa a pagamento, per cui vi consigliamo di testarla per qualche giorno prima di procedere all’acquisto.

Pro: comoda, utile, con una buona capacità predittiva

Contro: a volte un po’ lento, non proprio economica, non viene aggiornata da parecchio

floatnsplit
LilyPad

Tra le cose che più spesso ci ritroviamo a fare indubbiamente c’è chattare, indipendentemente dal fatto che lo facciate su Facebook, Messenger o Google Talk. Se come noi avete una dipendenza da GTalk, ad esempio, troverete molto utile LilyPad, un’app che permette di avere tutti questi client a vostra disposizione in qualsiasi momento e qualsiasi cosa stiate facendo, grazie, ovviamente, alla sua capacità di fluttuare sul vostro schermo. Dopo il periodo di prova, avrete gratuitamente soltanto la chat del colosso di Mountain View, per reintegrare le altre due dovrete invece procedere all’acquisto in-app.

Pro: comoda, utile, fluida

Contro: acquisto in-app poco sensato, altri client da integrare (ma sono in arrivo)

lilypad

LEGGI ANCHE: Migliori app Android: utility e produttività

Stick it!

Parlavamo nell’introduzione di questa puntata della nostra rubrica della funzione introdotta da Samsung sui suoi dispositivi per permettere sostanzialmente di vedere i vostri video sotto forma di pop-up. Ovviamente però questa feature non è esclusiva dell’azienda coreana ed una delle app che meglio la ripropone, migliorandola per altro, è Stick it! che permette la MultiView, integra il supporto a YouTube e legge la maggior parte dei formati.

Pro: utile, comoda, completa

Contro: fluidità migliorabile

stick it
OverSkreen

Terminiamo con una delle app che probabilmente finirete con usare di più: OverSkreen. Già ve ne avevamo parlato tempo fa, anche perché lo sviluppatore è il medesimo di Stick it!, ma per chi se lo fosse perso ricapitoliamo brevemente: l’app ha tutte le funzioni del browser stock, ma ha il vantaggio di poter fluttuare sulle vostre schermate. Non l’abbiamo trovato particolarmente comodo sugli smartphone ad essere onesti, ma su tablet dà il meglio di sé, permettendoci di dare vita ad un vero multitasking. Ne sarete soddisfatti, fidatevi.

Pro: comodità senza pari, utile, prezzo onesto

Contro: fluidità migliorabile, inadatta su schermi di piccoli dimensioni

overskreen