puzzle & dragons

Puzzle & Dragons: il gioco incompatibile con i dispositivi “rooted”

Nicola Ligas

La notizia non riguarda direttamente noi italiani, dato che Puzzle & Dragons non è al momento disponibile nel nostro Play Store, ma la singolarità di questo gioco merita comunque una menzione. In cima all sua descrizione è infatti chiaramente leggibile una nota, che riguarda gli utenti con i permessi di root:

Puzzle & Dragons will not run on Rooted/Super User Android devices. If you observe the application starts but closes before splash screen pops, your device is likely rooted. To start the app, please turn off the Rooting/Super User option of your device.

Detta in poche parole, il gioco non funziona sui dispositivi con i permessi di root attivi: si avvia, ma termina prima che appaia la splash screen. Come ha accolto il pubblico tutto ciò? Con una valutazione media di 1,9. Pensavamo anche peggio.

Sebbene da una parte sia possibile “l’unroot temporaneo”, la richiesta di Puzzle & Dragons è piuttosto singolare e pone senz’altro in cattiva luce il rooting, quasi come fosse qualcosa di illegale dalla quale tutelarsi. Il dibattito sui dispositivi rooted non si è per la verità mai del tutto sopito, con alcuni produttori più inclini a tollerarli e altri assai meno (per non parlare degli operatori). Sebbene sia piuttosto facile concordare sul banale asserto che ciascuno può fare quel che vuole col proprio dispositivo, d’altro canto è pur vero che in alcuni casi le possibilità concesse dai permessi di root possono sollevare problemi di sicurezza. Difficilmente però vediamo tale ipotesi applicabile ad un puzzle game.

Fonte: Fonte