Il Kernel 3.7 di Linux è quasi pronto per i processori ARM

Nicola Ligas

Screenshot_2012-12-12-12-10-21

L’unione tra il kernel Linux e quello Android è un evento atteso e annunciato da tempo, ed è già dalla versione 3 che sono stati fatti molti passi in tal senso, ma è con l’attuale 3.7 che il supporto per i processori ARM è stato quasi completato, il che apre la strada a chiunque voglia lavorarci sopra, dallo smanettone indipendente, ad aziende come Samsung, Sony, ecc.

Non siamo ancora arrivati esattamente al punto in cui costruire un kernel modulare per processori ARM sia così semplice come lo è per architettura x86, dato che la versione 3.7 supporta solo pochi chip di aziende come Marvell o Picohip, che solitamente sono montati sulle piattaforme di sviluppo. Linus Torvalds ha comunque affermato che nelle prossime release ci sarà incluso il supporto per molti più chip, e una volta che ciò sarà fatto, potremmo assistere ad un vero salto in avanti del Kernel Android (tanto per fare un paragone, il Nexus 4, che è il più aggiornato, attualmente gira sul kernel 3.4). E così il robottino diventerà sempre più a tutti gli effetti una distribuzione Linux.

Via: ViaFonte: Fonte
arm