Motorola Mobility chiusi

Motorola chiude molti dei siti web internazionali

Emanuele Cisotti

Da quando Google ha acquistato Motorola, l’azienda ha messo in atto un piano per cercare di snellire l’azienda, anche, purtroppo, nel segno dei licenziamenti. A partire dalla giornata odierna, Motorola ha messo in moto un altra operazione di “pulizia”, chiudendo alcuni dei suoi siti internazioni, reindirizzando i clienti al sito più corretto (come per esempio quello statunitense o quello inglese).

In questo sito vengono poi riportati tutti i modelli di smartphone e tablet, con una semplice indicazione tramite un asterisco per quelli non disponibili in tutte le nazioni. Al momento l’operazione è stata attuata su alcuni siti generici europei (ma non nazionali) e altri asiatici, come Taiwan o Hong Kong. Il sito italiano ad oggi è ancora attivo e sembra che questo sia valido per praticamente tutti i siti delle nazioni europee. Anche se l’ultimo smartphone aggiunto è Motorola MOTOSMART, mettendo purtroppo in risalto il poco interesse che ha l’azienda a spingere nel nostro paese. E non solo.

Fonte: Fonte