google music

Google Music Scan & Match già attivo in Music Manager

Nicola Ligas -

Quando avevamo annunciato l’arrivo di Google Music in Italia per il 13 novembre, avevamo parlato anche della funzione “scan & match“, ovvero un software che avrebbe scansionato la nostra libreria musicale, aggiungendo automaticamente nella cloud i brani riconosciuti, senza doverli caricare dal nostro hard disk. Un servizio simile esiste anche presso la concorrenza, la sola differenza però è che Google l’avrebbe messo a nostra disposizione gratuitamente, laddove altrove costa circa 25$ l’anno.

Al lancio del servizio in Italia però, sembrava non esserci traccia di questa utile opzione, ma in realtà lo scan & match era già attivo, solo in maniera silente. Basta scaricare il programma Music Manager (come indicato nella nostra guida), fargli scansionare la nostra cartella musicale e dirgli di caricare tutto online: vi accorgerete che il tempo di upload è insolitamente basso, questo perché in realtà non vengono caricati tutti i brani, ma solo quelli non riconosciuti. Nelle nostre prove avremmo caricato quasi 1 GB di musica in pochi minuti, cosa del tutto impossibile con la connessione che stavamo utilizzando: il risparmio di tempo e di banda è stato possibile proprio grazie alla funzione di scan & match, che ha inserito i brani nella nostra libreria di Google Music prendendoli direttamente online. Basta comunque dare un’occhiata a Music Manager durante l’upload per capire quali brani vengano effettivamente caricati e quali invece siano presi dagli archivi di Google Music: il tempo impiegato è radicalmente differente.

C’è da notare inoltre che il servizio di Google gestisce solo MP3, indipendentemente dalla fonte originale: che li carichiamo dal nostro hard disk o che vengano prelevati dalla cloud, sempre MP3 saranno (al massimo vengono convertiti se l’originale è in altro formato). E voi vi siete già avvalsi dei servizi di Google Music? O preferite quelli della concorrenza?

Fonte: Fonte