Talk.To Play store banner

Talk.to: client di chat multipiattaforma in stile Holo

Roberto Orgiu

Di applicativi che ci permettano di chattare con i nostri amici ne possiamo trovare parecchi sul Play Store, ma ben pochi si candidano a sostituire la classica google-app di GTalk in maniera efficiente. Abbiamo provato Talk.To e ne siamo rimasti molto ben impressionati, ad iniziare dallo stile Holo che la fa da padrone, amalgamandosi armoniosamente con Android, e terminando con la grande velocità e fluidità che contraddistingue questo software, mantenendo, di fatto, le promesse fatte sul Play Store.

Al momento, il software è ancora nelle prime fasi dello sviluppo e integra solamente la chat made in Mountain View e quella di Facebook, mentre gli sviluppatori ci hanno confermato che stanno lavorando per implementare il protocollo di Windows Live Messenger (non hanno però specificato se intendono utilizzare il protocollo di Skype, che andrà a sostituire lo storico client di messaging di Microsoft) e quelli di altre importanti piattaforme come Yahoo! Messenger. In aggiunta, il team di sviluppo sta lavorando per portare anche sul robottino verde un servizio di SMS gratuiti attraverso l’applicazione, feature già presente sia sulla versione Desktop sia su iPhone, il che ci fa ben sperare.

Purtroppo, come ogni software, ha i suoi difetti e per essere davvero pignoli, dobbiamo senza dubbio segnalare che non è possibile condividere alcunché tramite l’app: molto probabilmente è a causa dei due protocolli implementati (solo recentemente Facebook Messenger ha aggiunto questa funzionalità, mentre ancora latita su GTalk – non che non si possa condividere qualcosa tramite le app di GMail, Drive o Google+ ma di certo non sono immediati come un programma di chat), ma non abbiamo conferme o smentite circa una futura implementazione di questa funzione.

Sempre per andare a cercare il pelo nell’uovo, segnaliamo che in questa versione non sono ancora presenti le notifiche ricche di Jelly Bean, ma un portavoce della società ci ha confermato che a partire dalle prossime release potremo godere appieno di questa novità, arrivando a poter gestire persino le richieste di amicizia, accettandole o rifiutandole dalla nostra barra delle notifiche (non è chiaro per quali protocolli questo genere di azioni verrà implementato, probabilmente anche per le richieste di aggiunta alla chat di Google).

Nell’insieme, l’applicazione ci è piaciuta molto e promette grandi cose, sperando che tutte le novità vengano implementate a breve. Come al solito, potete scaricare l’app dal box di download che trovate oltre la galleria.

[app]to.talk[/app]

Ringraziamo Eugenio per la segnalazione e Nicola per i test.