nvidia-tegra-miracast-w600

Sony, LG e Samsung pronte a salire sul treno di Miracast

Nicola Ligas

Andorid 4.2 supporterà Miracast, per lo streaming wireless di contenuti senza l’obbligo di passaggio da un access point, ma questo già lo sapevate. Se la descrizione di questo servizio vi ha fatto venire in mente il Wi-Fi direct, non siete affatto fuori strada, perché è grazie ad esso che funziona. Abbiamo già visto come Sony sia stata molto lesta nell’inserirlo nel suo Xperia T, pur senza l’aggiornamento ad Android 4.2, e ora forse capiamo perché.

Secondo un elenco di dispositivi recentemente certificati per lo standard, sono infatti diversi i marchi interessati ad ottenerne la certificazione:

  • LG Electronics, con il media dongle DWD-300
  • Sony, con un adattatore USB wireless
  • Samsung, con le TV della serie Echo-P

Mentre Samsung sembra intenzionata a certificare un’intera nuova linea di televisori, Sony ed LG puntano per adesso a qualcosa di più semplice, che possa essere utilizzato anche su dispositivi già esistenti. In ogni caso tutti e tre i colossi, che come ben saprete sono anche grandi produttori di TV, sembrano essersi buttati con convinzione sul supporto a Miracast, il che ci fa sperare che non questa non sia l’ennesima tecnologia inclusa in un Nexus ma un po’ snobbata dal mercato globale (leggi: NFC).

La semplicità di Miracast potrebbe inoltre essere la sua chiave di volta per prevalere sull’Airplay di Cupertino, che richiede la presenza di una Apple TV per inviare contenuti da uno dei dispositivi della mela. Miracast dal canto suo può essere più facilmente adottato da brand diversi, o utilizzato anche grazie ad accessori come quelli proposti da Sony ed LG, e l’ampia diffusione degli smartphone Android associata alla presunta flessibilità di Miracast potrebbero essere un’accoppiata vincente.

Se non siete convinti e volete una dimostrazione pratica di questo standard, vi lasciamo un breve video dopo lo stacco. In ogni caso, Miracast o meno, avete mai sentito l’esigenza di utilizzare smartphone e tablet come fonte di contenuti da trasmettere in TV?

Fonte: Fonte
video